Captain Marvel, il giusto prologo per la fine dei giochi



captain marvel

Il 6 marzo in tutte le sale italiane è stato rilasciato l’ultimo cinecomic della MCU, Captain Marvel, il giusto prologo per l’Endgame di aprile

Il 6 marzo in tutte le sale italiane è stato pubblicato l’ultima pellicola della MCU, Captain Marvel. Le domande che tutti i fan della saga dei vendicatori si sono posti dal primo film del filone hanno trovato risposta. Nel cinecomic “Infinity War“, il terribile Thanos è riuscito a portare a termine il suo progetto. Lo sterminio di massa è stato completato e le speranze sembrano essere definitivamente perdute.

Al termine dell’ultimo capitolo degli Avengers, un oggetto sconosciuto appare alla fine della pellicola. Un cercapersone azionato da Nick Fury.

In questo nuovo cinecomic targato Marvel, viene presentato uno dei supereroi più potenti dell’universo Marvel. Come i fan più accaniti sapranno, questa è solo una dei vari Captain Marvel che troviamo nel corso dei fumetti. Questa supereroina è stata brillantemente interpretata da Brie Larson.

Siamo negli anno ’90 e tutte le vicende dei vendicatori ancora non hanno avuto inizio. Captain Marvel non è altro che una terrestre che dopo l’incidente che le ha fatto ottenere i poteri non ricorda più nulla del suo passato. Riscoprirà se stessa e capirà che chi lei riteneva amici in realtà non hanno fatto altro che mentirle.

Alla fine del film la giovane Verse lascerà la Terra per trovare un nuovo pianeta per il popolo degli Skrull. Ma prima di andare via lascia al giovane Fury un cercapersone da utilizzare solo in caso di pericolo assoluto. Ecco quindi la chiave segreta per rimediare allo sterminio portato a termine da Thanos.

Non ci resta quindi altro che aspettare il prossimo 24 aprile con l’uscita di “Avengers: Endgame“. Proprio ieri, infatti, è stato rilasciato il nuovo trailer ufficiale del cinecomic previsto per fine aprile. L’attesa è sempre maggiore e per adesso non ci resta altro che goderci il trailer.

Leggi anche