Casapound Raggi Forza Nuova
Instagram Casapound

Casapound ha vinto la causa contro Facebook, che aveva disattivato la pagina del movimento di estrema destra lo scorso 9 Settembre 2019

Il Tribunale Civile di Roma ha disposto la riattivazione della pagina Facebook di Casapound, a seguito del ricorso presentato dal movimento di estrema destra contro il social network, che lo scorso 9 Settembre 2019 aveva disposto la disattivazione del canale.

Potrebbe interessarti:

Nella sentenza si stabilisce una penale di 800 euro per ogni giorno di violazione dell’ordine impartito, e che Facebook ripaghi le spese di giudizio sostenute dal movimento liquidate in complessivi 15mila Euro.

Il giudice nella sua sentenza ha posto una lente di ingrandimento sull’importanza sempre più preminente che Facebook sta ottenendo nella diffusione delle idee politiche di un movimento:nella fattispecie , con la sua attività social Casapound non avrebbe violato alcuno dei principi ordinamentali e costituzionali contratti con Facebook al momento dell’iscrizione sul network il quale, invece, con la sua decisione di disattivarne i canali internet sarebbe venuto meno al principio del pluralismo.

“Il soggetto che non è presente su Facebook è di fatto escluso (o fortemente limitato) dal dibattito politico italiano“, scrive il giudice del Tribunale Civile di Roma “come testimoniato dal fatto che la quasi totalità degli esponenti politici italiani affida alla propria pagina Facebook i messaggi politici e la diffusione delle idee del proprio movimento“.

Letture Consigliate