Champions League: Roma e Juve si siedono al tavolo delle migliori 8



champions league
Foto: Uefa Champions League

Con due grandi imprese, le italiane mantengono alta la Bandiera tricolore e passano gli ottavi di finale della Champions League. Ora c’è grande attesa per l’esito dei sorteggi, in programma domani

Juventus e Roma qualificate ai quarti di finale della Champions League. Un grandissimo risultato per il calcio italiano. Anche perché, dopo quello che si era visto all’andata, sembrava una strada in salita per poter avanzare al turno successivo.

Infatti, i bianconeri avevano ottenuto un 2-2 (da 2-0 di vantaggio) contro il Tottenham in casa che aveva lasciato un po’ l’amaro in bocca, anche per il rigore sbagliato da Higuain.

A Wembley, il gol di Son sembrava aver peggiorato le cose per i bianconeri, sofferenti e poco concreti (arbitraggio a parte). Ma poi, nel secondo tempo, l’uno-due dell’HD (Higuain-Dybala) in 4 minuti ha regalato una grande impresa nel tempo inglese e ha permesso ad Allegri e i suoi di poter accedere ai quarti.

Dall’altra parte, la Roma era uscita addirittura sconfitta dalla sfida d’andata contro lo Shakthar. Ma la rete di Under e il salvataggio all’ultimo minuto di Bruno Peres sono stati decisivi per il match di ritorno. Infatti, all’Olimpico, i giallorossi hanno punito sull’unico fuorigioco sbagliato dalla difesa ucraina e con Dzeko si sono regalati l’ingresso tra le migliori otto, evento che non accadeva da 10 anni.

Vittoria del girone con Chelsea e Atletico (entrambe adesso eliminate) e qualificazione ai quarti. Un risultato che sicuramente all’inizio della stagione, nemmeno il tifoso giallorosso più ottimista forse immaginava. Risultato che fa felice Pallotta e l’economia del club: infatti, oltre 80 milioni di euro entreranno nelle casse giallorosse e manca il turno successivo. Un altro dato importante, forse poco rilevante è che Alisson è l’unico portiere della competizione a non aver subito gol in casa. Poco importante, ma fondamentale nel percorso dei giallorossi di Di Francesco, arrivato alla sua prima stagione europea a questo grande traguardo. E il mister non vuole smettere di sognare.

Sorteggi: tra incubi e speranze

Adesso c’è grande attesa per il sorteggio, in programma domani alle ore 12 a Nyon. Tra le 6 possibili avversarie, la speranza delle italiane è il derby con Vincenzo Montella, autore dell’impresa con il suo Siviglia nel Teatro dei Sogni contro lo United.

C’è chi spera anche nelle lacune del Liverpool – tranne forse i tifosi giallorossi, con l’incubo della finale dell’84 – oppure nelle amnesie difensive del Real Madrid, che resta comunque una squadra da evitare, dopo che ha battuto i milioni del Psg. Magari per i tifosi bianconeri, la possibilità di incontrare di nuovo le Merengues dopo Cardiff, può essere stuzzicante e la voglia di rivalsa degli uomini di Allegri sarà tanta.

Senza dimenticare, infine, la possibilità di un derby tutto italiano che l’urna svizzera potrebbe riservare. Una possibilità che i club vorrebbero evitare, al pari del possibile incrocio con Barça, Manchester City, Bayern e lo stesso Real Madrid.

Non bisogna fare altro che attendere poco più di 24 ore: intanto, Roma e Juventus sono ai quarti di finale della Champions League e provano a sognare in grande.

Leggi anche