cina coronavirus
pixabay

Raddoppiano i nuovi casi di Coronavirus nella provincia di Hebei, nella Cina settentrionale. Lockdown per 75 milioni di persone?

E’ ancora allarme Coronavirus in Cina. A destare grande preoccupazione è la città di Shijiazhuang, con 11 milioni di abitanti, capitale della provincia di Hebei al confine con Pechino.

Potrebbe interessarti:

Negli ultimi due giorni, infatti, sono stati registrati circa 200 casi di coronavirus, tra malati e asintomatici. Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 63 nuovi contagi, di cui 51 solo nella provincia di Hebei dove, al momento, si trovano anche 69 casi positivi senza sintomi. Un incremento così alto non si vedeva in Cina dallo scorso luglio.

Le restrizioni

Sono stati prontamente bloccati i collegamenti ferroviari e autostradali all’interno della provincia ed in direzione della capitale, distante circa 300 chilometri. Le autorità della Cina, inoltre, hanno ingaggiato misure molto stringenti nelle città di Shenyang e Dalian nella provincia di Liaoning, appena a nord.

La nuova ondata di contagi in Cina potrebbe diventare fuori controllo in vista del Capodanno lunare (il 12 febbraio) in cui, di solito, centinaia di milioni di lavoratori fanno ritorno a casa dalle grandi aree industriali. Quest’anno il governo ha imposto ai dipendenti pubblici di Pechino di interrompere la mobilità e alla popolazione di Wuhan di accumulare scorte nell’eventualità di un nuovo lockdown.

Il Presidente della Cina: “Un anno straordinario”

Solo una settimana fa il volto rassicurante di Xi Jinping pronunciava in collegamento televisivo il discorso di Buon Anno: «Compagni, amici, signore e signori, auguri a tutti dalla capitale Pechino!». Il presidente cinese ha detto addio al 2020 congratulandosi con la nazione: “con solidarietà e resistenza abbiamo scritto un’epopea nella battaglia contro la pandemia». In sovrimpressione, scorrevano le immagini più significative del 2020.

Letture Consigliate