Bonaccini Coronavirus
Dalla diretta post-elettorale sulla Pagina Facebook di Stefano Bonaccini

La nuova ordinanza anti-Coronavirus firmata da Bonaccini sarà in vigore dal 14 Novembre al 3 Dicembre: ecco cosa prevede

Mentre è prevista nei prossimi minuti la riunione del Ministro Boccia con i presidenti di Regione al fine di analizzare l’andamento della curva di positivi al Coronavirus, per eventualmente varare nuove misure, il governatore della Regione Emilia-Romagna (che attualmente si trova in zona gialla) Stefano Bonaccini, ha firmato una nuova ordinanza in vigore da sabato 14 Novembre e fino al prossimo 3 Dicembre.

Potrebbe interessarti:

Il provvedimento, che con misure in tutto simili è stato adottato in Friuli da Fedriga e in Veneto da Zaia, prevede l’obbligatorietà di indossare la mascherina sempre. Dall’obbligo sono esenti i bambini al di sotto dei sei anni, i portatori di handicap la cui disabilità sia incompatibile con l’utilizzo della mascherina, chiunque per motivi medici sia impossibilitato ad indossarla, e chi pratica attività fisica.

A proposito dello sport, l’attività fisica dovrà essere espletata singolarmente in aree verdi e periferiche.

Negozi

Nei giorni prefestivi rimangono chiusi le grandi e medie strutture di vendita di beni non essenziali; nei giorni festivi la chiusura tocca anche i piccoli negozi e i negozi di vicinato. Esenti dalla chiusura, alimentari, farmacie e parafarmacie, tabaccherie ed edicole.

Nei negozi potrà entrare una sola persona per nucleo familiare, salvo quando si tratta di accompagnatori di soggetti in difficoltà o minori di 14 anni. E’ a discrezione dei singoli esercizi decidere di garantire un accesso prioritario agli over 65 nelle prime due ore di apertura.

Bar e ristoranti

I bar e i ristoranti chiudono alle 18, ma dalle 15 si potrà consumare solo seduti, dentro o fuori dai locali, in posti regolarmente collocati. La consumazione di cibi e bevande è dunque vietata all’aperto o in aree pubbliche.

Per quanto riguarda la scuola, infine, nelle primarie e secondarie di primo grado sono sospese le lezioni di ginnastica, canto e strumenti a fiato, considerate un rischio elevato per il contagio da Coronavirus.

Letture Consigliate