vaccino covid-19
immagine da pixabay

Gli anticorpi contro il coronavirus sembrano durare solo pochi mesi esponendo il corpo ad un nuovo contagio. La scoperta arriva dal King’s College di Londra

Una notizia poco rassicurante giunge dal King’s College di Londra: l’immunità generata in seguito all’infezione da coronavirus dura solo pochi mesi. Dopo alcune settimane cala drasticamente rendendo nuovamente l’organismo inerme nei confronti del SARS-CoV-2. Lo studio ha preso in esame 90 ex pazienti affetti da Covid-19, tra questi anche operatori sanitari del Guy’s and St Thomas’ NHS Foundation Trust, da cui dipende l’ospedale londinese in cui è stato ricoverato il presidente Boris Johnson.

Potrebbe interessarti:

Dall’analisi fatta negli ultimi tre mesi, è risultato che l’immunità raggiunge il suo picco dopo tre settimane dall’inizio dell’infezione per poi iniziare a calare drasticamente. Dopo tre mesi, solo il 17% dei pazienti è risultato avere un’immunità paragonabile a quella delle prime settimane. Stando alle conclusioni dei ricercatori inglesi, dunque, il virus potrebbe ritornare e potrebbe infettare nuovamente anche chi è già stato colpito.

Sebbene la scoperta sia ancora da verificare su un campione ben più ampio e in un periodo di tempo più lungo, lo scenario che si prospetta non è dei più felici. Infatti, qualora la risposta immunitaria dovesse effettivamente calare in tutti coloro che hanno contratto il virus, sarebbe difficile anche produrre un vaccino efficace.

Letture Consigliate