Pierpaolo Sileri
Dalla trasmissione "Non è l'Arena" su La7.

Pierpaolo Sileri, vice-ministro della Salute, ha indicato il tempo per le riaperture. Secondo l’esponente, è un atto dovuto per i cittadini

Una data che fa sperare e che può alimentare belle risposte da parte di tutta la popolazione che sta lottando con il Coronavirus. Il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ha detto la sua sull’evoluzione dell’epidemia. Inoltre, su medici e dottori, che stanno facendo pur di trovare una cura al virus. Durante la presentazione del Consorzio italiano per la genotipizzazione e fenotipizzazione di Sars-CoV-2 e per il monitoraggio della risposta immunitaria, il pentastellato ha sottolineato ciò che il Governo ha intenzione di fare. Il tutto è improntato alla Fase 2 e alla sua nuova sperimentazione.

Potrebbe interessarti:

Si procederà con le immunizzazioni nelle strutture centrali ospedaliere o nelle strutture periferiche con i dipartimenti di prevenzione. La parte importante sarà individuare coloro che hanno diritto, non tanto per età perché gli over 80 sono facilmente identificabili. Sarà importante il contributo dei medici di medicina generale e delle ASL, per chi è ‘under 80’ anni e ha una o due comorbidità, a livello regionale non difficile da fare perché ci sono i codici di esenzione. La maggior parte delle persone che non hanno patologie, per prenotarsi alla vaccinazione si potrà fare con i call center, via online o attraverso le farmacie.” ha dichiarato Sileri.

Abbiamo vaccinato, cioè fatte entrambe le dosi, tutto il nostro personale sanitario e vaccinati i nostri fragili e i nostri anziani, a partire dagli over 80. Sono necessarie le riaperture. Questo è stato un atto dovuto In Italia, al di là del problema sanitario. Vi è un problema economico e sarà necessario, una volta protetti i nostri anziani, riaprire in sicurezza. Non significa buttare via mascherina distanze e quant’altro. Vivremo ancora separati ma è necessario dare garanzie di una serie di riaperture e questo passa da uno stretto monitoraggio sul virus e le varianti.” ha poi concluso.

Letture Consigliate