crisi di governo Consultazioni
screen da youtube

Crisi di Governo: il Presidente della repubblica si esprime sulla questione e rivolge un appello alle forze politiche

Continuano le consultazioni al Colle per cercare una soluzione alla crisi di Governo, dopo la volta di Italia Viva oggi tocca al centrodestra e al Movimento 5 Stelle. Prima di incontrare il Presidente della Repubblica la maxi coalizione di centrodestra, che ha deciso di non presentarsi separatamente davanti al Capo dello Stato, si è riunita in un vertice. Erano presenti Matteo Salvini, leader della Lega, Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, Antonio Tajani, vicepresidente di FI, Maurizio Lupi di “Noi con l’Italia”, Giovanni Toti (Cambiamo) e Antonio De Poli, senatore dell’UDC. Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha partecipato alla conferenza da remoto.

Diremo ‘no’ a un governo zoppo.” avverte Giorgia Meloni mentre sale al Colle in stampelle. “Per molti viene prima la poltrona. Per noi vengono prima gli italiani. Basta perdere tempo. Fiducia, parola e futuro ai cittadini.” scrive Salvini pubblicando un suo selfie prima di entrare in Quirinale. Il centrodestra si avvia così all’incontro con il Presidente Sergio Mattarella fissato per le ore 16:00.

La maxi delegazione di centrodestra: la diretta

16.55 La delegazione unitaria del centrodestra ha espresso al Presidente della Repubblica la comune preoccupazione per la situazione economica e sanitaria. La crisi di Governo necessita di una soluzione rapida e incisiva. La delegazione ha proposto ala Presidente l’ipotesi di scioglimento anticipato delle Camere e indizione del voto. Ha inoltre confermato piena disponibilità a collaborare tutti i provvedimenti necessari per salvaguardare gli interessi degli italiani. Tutti i componenti della delegazione hanno.” ha commentato così alla fine del colloquio con Sergio Mattarella Matteo Salvini.

16.55 – Delegazione M5S al Colle
Giunta al Quirinale la delegazione del Movimento 5 Stelle, convocata alle 17 per le consultazioni con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La delegazione 5S è composta dal capo politico, Vito Crimi, e dai capigruppo del Senato e della Camera, Ettore Licheri e Davide Crippa.

Movimento 5 stelle: le dichiarazioni

17:27– Il Movimento 5 stelle ha finito le consultazioni con il Presidente della Repubblica. “Davanti alla sofferenza della comunità la politica deve rispondere in modo adeguato, deve risolvere i problemi e non crearne altri. Le ragioni della crisi di governo non ci sono ancora chiare, come del resto a molti cittadini. L’Italia ha bisogno di tornare ad avere un governo nel più breve tempo possibile. Durante la consultazione abbiamo espresso la nostra disponibilità ad un confronto con chi intende dare risposte concrete all’interesse del Paese, il nostro consenso per un Governo politico ma con un patto di legislatura chiaro davanti ai cittadini. L’unica persona in gradi di condurre il paese in questa fase complessa è Giuseppe Conte”. Questo il commento dei 5S prima di lasciare il Colle.

La convocazione di Fico

19.10 – Mattarella convoca Fico al Quirinale
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha convocato il presidente della Camera Roberto Fico alle 19.30 al Quirinale. L’obiettivo è quello di instaurare un mandato esplorativo per dare vita ad un nuovo Governo.
Doveroso dar vita ad un Governo che abbia un adeguato sostegno parlamentare. Oggi è emersa la prospettiva di una maggioranza politica composta dai gruppi che sostenevano il Governo precedente. Adotterò con immediatezza un’iniziativa.” ha dichiarato Sergio Mattarella.

Il mandato esplorativo

19.55Mattarella affida il mandato esplorativo a Fico
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopo un lungo colloquio con il presidente della Camera Roberto Fico, ha deciso di assegnare a quest’ultimo il compito di un mandato esplorativo per una nuova maggioranza. La conferma di quest’ultima, però, dovrà avvenire entro martedì, termine ultimo per la formazione di un nuovo Governo.

Consultazioni, nuovo tavolo con la maggioranza

2 Febbraio, 16:15 – Roberto Fico annuncia un nuovo giro di consultazioni con i partiti della maggioranza prima di salire al Colle per riferire i risvolti al Capo dello Stato. In questi giorni il Presidente della Camera dei deputati, dopo aver ricevuto il mandato esplorativo dal Presidente della Repubblica, ha sentito i principali gruppi parlamentari per verificare un’eventuale nuova maggioranza.

20:55– Roberto Fico incontra Sergio Mattarella. Il Presidente della Camera dei deputati presenta la delicata situazione politica al Capo dello Stato: “Permangono le distanze, non c’è diponibilità a dar vita a maggioranza“- annuncia Fico. Roberto Fico rimette il mandato e rinuncia all’incarico esplorativo. “Ringrazio nuovamente il presidente Mattarella per la fiducia. È stato un onore poter dare il mio contributo in un momento così delicato della vita del nostro Paese“- ha annunciato al termine del colloquio. Sarà il Presidente della Repubblica a sbrogliare la crisi di Governo.

20:15– Parla il Capo dello Stato. Mattarella ricorda tutti gli impegni del Paese e pone l’accento sul Recovery fund, ecco l’appello dal Colle “Un governo ad attività ridotta non sarebbe in grado di farlo, non possiamo permetterci di mancare questa occasione per il nostro futuro. Va ricordato che dal momento in cui si sciolgono le camere e si indicono le elezioni passano 60 giorni e dopo occorreranno ancora altri 20 giorni. Occorre dunque formare un governo. Avverto il dovere di rivolgere un appello a tutte le forze politiche presenti in parlamento affinché conferiscano la fiducia ad un governo che non deve identificarsi con nessuna formula politica e che faccia fronte alle gravi emergenze non rinviabili.

21:00– Il Presidente della Repubblica convoca Mario Draghi al Colle. L’ex presidente della Bce sarà al colloquio con il capo dello Stato alle ore 12:00 di domani, a lui potrebbe toccare l’incarico di formare un nuovo governo