Dear Jack, il mondo esplode tranne noi

I Dear Jack si sono esibiti al Festival di Sanremo con la canzone “Il mondo esplode tranne noi”. Una performance esplosiva, come ci ha abituato la band uscita da “Amici” di Maria De Filippi

La canzone portata dal gruppo al teatro Ariston ha sonorità non tipiche del Festival,  la musica si avvicina ad una ballata in chiave rock-pop.
Il testo del brano è ricco di amore, un amore che si spera possa sopravvivere a tutto, alla società di oggi che sembra farci esplodere.

dear jack“Il mondo esplode tranne noi, che abbiamo fretta di perderci cercando il senso dentro questo viaggio. Cerco un sorriso dentro a un pianto, ai piedi di un tramonto. Sei quella scoperta che non passa”

Alessio Bernabei, cantante del gruppo, racconta cosi la canzone:

“Si parla di un mondo che esplode: può essere inteso come il mondo che ci circonda, pieno di cose orribili e meravigliose, dove vediamo noi giovani essere la potenzialità e la speranza più grande. Allo stesso tempo può essere il mondo interiore che esplode“

Il mondo esplode – di P. Romitelli, D. Simonetta

Pensa
A questa stanza
A una conquista
A te che dormi mentre sei
Qui nascosta
Tra cielo e terra
Diventi aria
E cresci
Fino alle idee
E non ti accorgi
Fermi i secondi guardandomi
Niente è per sempre
Il mondo esplode tranne noi
Che abbiamo fretta
Di perderci cercando
Il senso dentro questo viaggio
Cerco
Un sorriso
Dentro a un pianto
Ai piedi di un tramonto
Sei
Quella scoperta
Che non passa
Che muove cielo e terra
Fino alle idee
E non ti accorgi
Cade una stella guardandoti
Niente è per sempre
Il mondo esplode accanto a noi
Che abbiamo fretta
Di perderci cercando
Il senso dentro questo viaggio
E ricordo ancora tutto il buono che sei
Non c’è pace, né guerra né gioia più attesa
Non mollare la presa
Il mondo esplode accanto a noi
Indifferenti
Al traffico del centro
Al tempo che consuma il resto
Niente è per sempre
Il mondo esplode tranne noi
Che abbiamo fretta
Di perderci cercando
Il senso dentro questo viaggio