conte dpcm natale
immagine da pixabay

IlSole24Ore pone sotto la lente di ingrandimento una controversia relativa al Dpcm Natale: in esso mancano del tutto le sanzioni

Il Dpcm Natale di più recente pubblicazione, è accompagnato dal decreto legge n.158 del 2020 che dispone limiti alla circolazione uniformemente su tutto il territorio italiano durante il periodo delle Feste.

Potrebbe interessarti:

I colleghi de IlSole24Ore fanno tuttavia notare una controversia relativa a questo provvedimento: in esso, infatti, non viene fatta menzione ad alcuna sanzione alla quale si potrebbe andare incontro violando il divieto di spostamento.

In questo frangente, non sono neppure applicabili le sanzioni previste dal precedente decreto legge n.33 poichè esse erano calibrate per inibire gli spostamenti interregionali, e riguardavano specifiche aree nazionali in relazione ai principi di adeguatezza e proporzionalità del rischio epidemiologico presente in determinate aree.

Sarebbero dunque incongruenti se applicate al divieto di spostamento contenuto nel Dpcm Natale: non solo perchè in questo caso le riduzioni alla mobilità non riguardano specifiche aree ma tutto il territorio nazionale, ma anche perchè (procedendo tutte le Regioni speditamente verso l’area gialla, quella con meno restrizioni) verrebbero meno anche i principi di adeguatezza e proporzionalità rispetto all’indice epidemiologico registrato in aree diverse.

Le uniche sanzioni che restano applicabili sono quelle previste dall’articolo 650 del Codice Penale che vedrebbero l’arresto fino a tre mesi e una ammenda pari a 206 Euro.

Letture Consigliate