Earth Hour 2016

Al buio per un’ora per salvare la Terra, torna l’Earth Hour 2016: un gesto minimo per un grande scopo

[ads1] Rendere il pianeta Terra meno inquinato si può, salvare la Terra si deve. Le conseguenze dei disastri nucleari, dell’inquinamento urbano e civico sono sotto gli occhi di tutti: la Terra è ammalata e per evitare che si aggravi si può tentare di rendere la situazione meno drastica.

Sabato 19 marzo torna l’Earth Hour 2016, un giorno nel quale per una sola ora, alle 20.30, ciascun Paese spegnerà la luce, un gesto simbolico che permetterà un’azione concreta dei cittadini e delle istituzioni nei confronti del nostro stanco e vecchio pianeta Terra.

Dal Pacifico all’Atlantico, in ogni città, in ogni casa ed ufficio, ciascuno è chiamato a fare la sua parte, spegnere le luci per garantire un futuro eco sostenibile al pianeta e alle generazioni che verranno. 

7

Il WWF da anni attivo nella lotta allo sfruttamento, all’estinzione delle specie animali e vicina alla causa ambientale, propone quello che è ormai un appuntamento internazionale.

L’iniziativa è nata in Australia, promossa dal World Wide Fund for Nature Australia (WWF) e la prima ora della Terra si è svolta a Sidney nel 2007, tagliando i consumi energetici della città, durante quell’ora, dal 2,1% al 10,2%.

“Tutti insieme è possibile combattere concretamente il cambiamento climatico – spiega il World wide fund for naturesia con azioni concrete di ciascuno, sia facendo sentire la propria voce ai governi che sono chiamati a scegliere la strada verso economie a basso tenore di carbonio, eliminando gradualmente le fonti fossili, a cominciare dal carbone.

Il WWF ha stretto una collaborazione speciale con Altromercato per organizzare, in occasione di Earth Hour, la più grande cena sostenibile e solidale a lume di candela, tanti eventi dunque con una grande cena eco sostenibile ed equo solidale, ci si aderisce iscrivendosi online, e alle 20.30 lungo tutta la penisola, in tutti i punti ristoro organizzati, sarà possibile sedere virtualmente insieme alla stessa tavola, hashtag #unaltrovivere.

Spegnere la luce non è mai stato così divertente. [ads2]