Educazione Civica, presto ritornerà in pagella a scuola



coronavirus scuola

Approvata nuova legge proposta alla Camera per la reintroduzione dell’Educazione Civica nelle scuole. Varrà anche tra i voti in pagella

L’Educazione Civica sarà reintrodotta presto nelle scuole. La conferma arriva direttamente dalla Camera dove questa legge è stata approvata.

Dopo il testo unico della Commissione Cultura, questa legge, composta da 12 articoli, diventerà presto materia obbligatoria e valutata con un voto.

Saranno diffuse anche iniziative di sensibilizazione e cittadinanza responsabile, oltre allo Studio della Costituzione.

Altre tematiche sono anche lo studio delle istituzioni italiane, europee e gli organismi internazionali, la storia della bandiera e dell’inno nazionale. Inoltre saranno trattati educazione alla cittadinanza digitale, elementi fondamentali di diritto, in special modo del diritto del lavoro. Infine saranno insegnati anche educazione alla legalità, al rispetto per l’ambiente, allo sviluppo ecosostenibile e delle identità.

All’interno di una determinata politica o tradizione etica, questo studio consiste nell’educazione dei cittadini. La storia dell’educazione civica risale alle prime teorie formulate in proposito da Platonenell’antica Grecia e da Confucio in Cina. Costoro, in generale, hanno contribuito l’uno in Occidente, l’altro in Oriente, a elaborare i concetti di diritto e di giustizia da attuare nella vita pubblica.

In Italia, fu Aldo Moro il primo a introdurre nel 1958 (D.P.R. n. 585 del 13 giugno 1958) l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole medie e superiori: due ore al mese obbligatorie, affidate al professore di storia, senza valutazione.

Leggi anche