Emma Marrone - Zalando
Screen tratto dal suo profilo Instagram

Emma Marrone negli anni ha imparato ad accettarsi e valorizzarsi e grida a gran voce “Io sono bella”. Zalando ha scelto la cantante perché rappresenta appieno i valori che da anni caratterizzano il marchio

Zalando, il marchio di moda tedesco, ha scelto la cantante Emma Marrone per rappresentare il marchio in Italia. Emma è per tutte le donne, soprattutto le più giovani, un modello reale in cui potersi riconoscere, sempre vera e senza filtri. Zalando ha fatto centro, infatti non poteva esserci testimonial migliore per rappresentare i valori che da anni caratterizzano il marchio come l’accettazione di se stesse e del proprio corpo.

Potrebbe interessarti:

In occasione dell’annuncio della collaborazione Emma Marrone ha condiviso sul suo profilo ufficiale un video dove si racconta. Non sono mancate infatti le sessioni in studio, ma anche i momenti di relax a casa o le passeggiate per le straordinarie vie di Roma.

Mi piace la moda perché trovo che sia una forma d’arte. I vestiti possono aiutare a raccontare molto di te stessa, sia nella vita di tutti i giorni, che sul palco, l’importante per me è che tutto quello che indosso parli di me e mi rappresenti” afferma Emma.

Proprio per combattere gli stereotipi di  genere, il brand aveva lanciato a febbraio la campagna “Zerotypes” in cui invitava ad abbattere i pregiudizi e a celebrare la propria individualità. “Ho tante donne che abitano dentro di me e ogni giorno scelgo quali di queste essere. Questo mi rende una donna libera, il fatto di scegliere ogni mattina chi voglio essere e cosa voglio fare” ha dichiarato Emma in un’intervista per Freeda.

Ciò che caratterizza Emma Marrone è il coraggio di mostrarsi così com’è senza la paura di essere giudicata e questo fa di lei un gran bel modello da seguire, soprattutto per quelle donne che non riescono ad accettarsi. Negli anni Emma, infatti, ha sperimentato diversi look e ha imparato a valorizzarsi e accettarsi per quella che è, e grida a gran voce “Io sono bella”.

Letture Consigliate