serie a

EURO 2020, posticipato a questo 2021, si sta avvicinando sempre di più: dopo diversi anni fa finalmente il suo ritorno l’Europeo, uno dei tornei internazionali più divertenti e seguiti dal grande pubblico

Come per ogni edizione, anche l’edizione Euro 2020 potrà contare su un tasso tecnico in campo elevatissimo e molte squadre possono vantare di alcuni giocatori di caratura davvero eccelsa.

Potrebbe interessarti:

Alcune squadre hanno già diramato le convocazioni in vista del grande impegno di giugno, e non mancano le sorprese: un esempio è il ritorno di Benzema in nazionale francese, assenza dopo diversi anni per alcuni attriti. Questo e altri esempi hanno acceso ancor di più la curiosità dei tifosi verso la competizione, a dir poco attesissima.

I fari sono puntati su alcuni giocatori in particolare, che proveranno a fare la fortuna delle proprie nazioni: ma quali saranno le maggiori stelle in campo nel torneo Euro 2020?

Kylian Mbappé

Kylian Mbappé sarà senz’altro la stella “di punta” del torneo, il giocatore che tutti i tifosi (non soltanto francesi) terranno sott’occhio. Stiamo parlando di uno dei futuri campioni assoluti del calcio mondiale, da alcuni definito come l’erede di Cristiano Ronaldo non soltanto per i risultati già raggiunti, ma anche per lo stile di gioco e per alcune caratteristiche fisiche.

Mbappé, in forza al PSG, ha già dimostrato di poter segnare a valanga ( per maggiori informazioni sulle quote di questi marcatori sui siti scommesse italiani) e di poter impensierire le difese di tutta Europa. Il suo percorso in Champions League è stato interrotto soltanto dal Manchester City, che si è rivelato impeccabile e in ogni caso Mbappé è mancato nella semifinale di ritorno a causa di un infortunio: assenza che ha pesato enormemente.

Kevin De Bruyne

Da molti identificato come il prossimo pallone d’oro, Kevin De Bruyne è reduce da una stagione stratosferica con il Manchester City, già vincitore della Premier League e in finale di Champions League. A dir la verità, l’eccezionalità del centrocampista belga non è di certo una cosa nuova: ha dimostrato le proprie abilità e caratteristiche fuori dal comune già negli scorsi anni.

Stiamo parlando di un centrocampista/trequartista in grado di svariare su tutto il fronte d’attacco, in possesso di un’eccellente visione di gioco e di un tiro formidabile. Insomma, una vera e propria spina nel fianco per le difese avversarie.

Phil Foden

Restiamo in territorio Manchester City, ma cambiamo nazione: Phil Foden, inglese, gioca assieme a De Bruyne in maglia Citizens e questa stagione è considerabile come la sua consacrazione definitiva. Le prestazioni sfoggiate in Premier League sono state riconfermate anche in Champions, sempre schierato da Pep Guardiola nella posizione di ala sinistra.

Foden è nato trequartista, ma la sua grande velocità e agilità lo hanno reso il candidato ideale per la fascia offensiva. Guardiola stravede per lui e sostiene che si tratta con tutta probabilità di uno dei futuri Palloni d’oro: Euro 2020 potrebbe essere il banco di prova definitivo per lui.

Robert Lewandowski

Per Robert Lewandowski non servono troppe presentazioni. La precedente edizione del Pallone d’oro, saltata a causa della pandemia, avrebbe senz’altro visto l’attaccante polacco come candidato ideale alla vittoria dell’agognato premio. D’altro canto stiamo parlando di un numero 9 incredibile, un autentico extraterrestre e in generale una delle migliori prime punte della storia del calcio.

La Polonia non può di certo vantare su un organico solido e competitivo, ma Lewandowski potrebbe trainare l’intera squadra col proprio fiuto per il gol e la propria freddezza sotto porta.

Letture Consigliate