Fabrizio corona

Accolta la richiesta dei legali di Fabrizio Corona, l’ex paparazzo dei vip, inghiottito negli anni da una durissima querelle giudiziaria

Il Tribunale di Sorveglianza di Milano accoglie la richiesta dei difensori di Fabrizio Corona, decidendo di procedere con la sospensione dell’esecuzione del provvedimento con cui l’ex paparazzo dei vip era ritornato in carcere. Il ritorno a casa sarebbe però, temporaneo, rasta, infatti, da attendere il giudizio in Cassazione, che potrebbe decidere per il ritorno in carcere.

Potrebbe interessarti:

I disturbi psichiatrici

Da anni ormai, l’ex paparazzo delle star, Fabrizio Corona, si sarebbe trovato in una querelle giudiziaria durissima, senza fine, che lo avrebbe portato al peggioramento di disturbi psichiatrici diagnosticati tempo prima. Fabrizio Corona soffrirebbe, infatti, di un disturbo borderline e disturbo bipolare di tipo narcisistico associato a una sindrome depressiva maggiore.

A renderlo noto, la madre Gabriella, che da anni si batte per un trattamento alternativo al carcere, viste le condizioni del figlio: ‘Le malattie psichiatriche vengono mimetizzate da un comportamento che appare contrario alla sofferenza che c’è interiormente. In questi anni ha fatto una terapia preziosissima che ha prodotto grandi miglioramenti. Non commette reati da molti anni. Ha solo trasgredito le regole, questa volta molto, molto meno della precedente‘.

Lo sciopero della fame

Come segno di protesta dopo la revoca dei domiciliari, Fabrizio Corona si era lanciato in un azzardato sciopero della fame, causandogli un dimagrimento preoccupante. Attualmente però, non si hanno ulteriori informazioni sulle condizioni di salute del celebre paparazzo, precedentemente arrestato e poi trasferito al reparto di psichiatrico dell’ospedale Niguarda di Milano.

Letture Consigliate