17 Dicembre 2017 - 14:44

Fantaghirò: la principessa ribelle alla conquista di Netflix

Fantaghirò

Fantaghirò, serie fantasy degli anni ’90 con Alessandra Martines, è il regalo di Natale che Netflix fa ai suoi abbonati. Pronti alla maratona?

Ogni Natale ha le sue tradizioni: i regali, il presepe, le lucine, l’abete e… Fantaghirò!

In un periodo in cui la televisione italiana era ancora uno strumento aggregante, la serie fantasy con Alessandra Martines e Kim Rossi Stuart creata da Lamberto Bava, veniva infatti riproposta a cadenza annuale nel periodo delle feste comandate. Ora Netflix disegna i contorni di quella che è una vera e propria operazione nostalgia, rendendo disponibili tutte e cinque le stagioni.

Fantaghirò torna su Netflix: vietato fare cheating

La principessa ribelle interpretata da Alessandra Martines è un personaggio che ha messo sempre d’accordo tutta la famiglia: Fantaghirò è una donna libera, anticonvenzionale, e la serie ne mostra un ritratto completo in tutte le fasi della sua vita, dalla giovinezza alla maturità.

I temi fondamentali della serie sono essenzialmente due: il rapporto inizialmente conflittuale della principessa con suo padre, ed i viaggi che questa spesso intraprende, caratterizzati da incontri segnanti, come quello con Romualdo, che contribuiranno non poco alla sua formazione, ed a fare di lei il giusto successore del padre alla guida del regno.

Fantaghirò, la serie si ispira ad Italo Calvino

La serie, che è già disponibile su Netflix, è tratta dalla raccolta di fiabe ottocentesca Sessanta Novelle Popolari Montalesi ed è stata poi ripresa da Italo Calvino con il titolo di Fanta-Ghirò, persona bella all’interno del volume Fiabe Italiane.

Fantaghirò, Kim Rossi Stuart è Romualdo

Dopo la prima stagione, ne furono prodotte altre quattro di cui le ultime due lasciarono delusi i fans e portarono Kim Rossi Stuart ha scegliere di smettere i panni di Romualdo, da sempre dilaniato tra il timore di essersi innamorato di un cavaliere e il dovere di uccidere la persona che ama.