Fortunato Ciclismo
Da Pixabay

Lorenzo Fortunato si prende di forza la 14a tappa del Giro d’Italia. Il bolognese tiene bene le distanze sul monte Zoncolan fino al trionfo

Il re al monte Zoncolan è Lorenzo Fortunato. Il ciclista bolognese classe 96 compie una vera e propria impresa alla 14a tappa del Giro d’Italia portando a casa un enorme successo. Per l’emiliano questo è il primo successo tra i professionisti. Fortunato si è reso autore di una prova a dir poco strabiliante, un autentico capolavoro di questa edizione del Giro d’Italia. Il 25enne bolognese del Team Eolo ha trionfato sulla Montagna sacra delle due ruote superando lo sloveno Jan Tratnik e Alessandro Covi, un altro italiano. Quarto al traguardo Egan Bernal, sempre più vicino alla tanto agognata maglia rosa, che negli ultimi metri ha trionfato superando Simon Yates (ora alla seconda posizione in classifica generale) infliggendo oltre un minuto di distacco al russo Vlasov. Tiene bene la terza posizione in graduatoria l’italiano Damiano Caruso, crolla Vincenzo Nibali.

Potrebbe interessarti:

LA CLASSIFICA GENERALE
1) BERNAL Egan (INEOS Grenadiers) 58:h30’47”
2) YATES Simon (Team BikeExchange) +1’33”
3) CARUSO Damiano (Bahrain-Victorious) +1’51”
4) VLASOV Aleksandr (Astana) +1’57”
5) CARTHY Hugh (EF Education-Nippo) +2’11”
6) BUCHMANN Emanuel (BORA) +2’36”
7) CICCONE Giulio (Trek-Segafredo) +3’03”
8) EVENEPOEL Remco (Deceuninck-Quick Step) +3’52”
9) MARTÍNEZ Daniel Felipe (INEOS) +3’54”
10) BARDET Romain (Team DSM) +4’31”

Letture Consigliate