Due anni dalla scomparsa di Fabrizio Frizzi: volto buono della tv



Oggi ricordiamo il triste addio di Fabrizio Frizzi, uno devi volti gentili della nostra tv. Morto il 26 marzo 2018, è ancora nel cuore di tutti noi

Fabrizio Frizzi, il conduttore scomparso a soli 60 anni, stroncato, nel giro di pochi mesi, da un male incurabile.

Oggi sono passati due anni dal suo addio, ma il suo ricordo è ancora vivissimo, tanti negli amici e colleghi, quanto nel cuore della gente comune. 

Affrontava cure massicce che stava ma cercava di aggrapparsi alla quotidianità. Nelle ultimissime immagini di famiglia lo vediamo a spasso con le sue donne, la moglie e la figlia.

Il volto è provato dalle terapie, ma il sorriso è comunque stampato in volto mentre prende in braccio e gioca con la figlia.

È nata il 3 maggio del 2013, io avevo 55 anni. Questa bambina è una gioia immensa e una responsabilità, una missione per cui vivere. A volte si dice che i figli sono un atto di egoismo. Non per me: io ho sperato con tutto il cuore che succedesse. E Stella è un grande atto di amore”, diceva Frizzi.

Fu stroncato da un’emorragia cerebrale, provocata da una malattia. Era tra i personaggi televisivi italiani più famosi e amati dal pubblico.

Condusse decine di programmi, da “Scommettiamo che”, a “Miss Italia”, dalle maratone benefiche di Telethon a “L’Eredità”, fino a poco prima della sua scomparsa. Fu anche doppiatore: sua la voce del cowboy di “Toy Story”, film di animazione Disney.

Leggi anche