fukushima giappone
immagine da pixabay

Il disastro di Fukushima in Giappone è considerato l’incidente nucleare più grave dopo il disastro di Chernobyl

Oggi, 11 marzo 2021, ricorre il decimo anniversario della catastrofe di Fukushima in Giappone: il disastro di Fukushima è un incidente nucleare avvenuto nella centrale nucleare omonima, situata costa presso Naraha nella Prefettura di Fukushima, in Giappone. L’incidente fu una conseguenza del terremoto e maremoto del Tōhoku dell’11 marzo 2011. Lo tsunami che si abbatté sulla centrale, alcune decine di minuti dopo, distrusse i gruppi di generazione diesel-elettrici di emergenza che alimentavano i sistemi di raffreddamento dei reattori.

Potrebbe interessarti:

L’interruzione dei sistemi di raffreddamento e di ogni fonte di alimentazione elettrica, nelle ore successive causò la perdita di controllo di tre reattori che erano attivi al momento del terremoto e nel corso delle ore e dei giorni successivi vi furono quattro distinte esplosioni, causate da fughe di idrogeno. Il disastro di Fukushima è considerato l’incidente nucleare più grave dopo il disastro di Chernobyl del 26 aprile 1986, ed è l’unico insieme a quello di Chernobyl a cui sia stata assegnata la massima classificazione INES. Negli ultimi 10 anni almeno 614 persone hanno perso la vita tra quelle che hanno abbandonato le loro abitazioni, forzate a vivere negli alloggi temporanei distribuiti nelle prefetture di Fukushima, Iwate e Miyagi.

Durante il memoriale organizzato al Teatro Nazionale di Tokyo, il premier Yoshihide Suga ha rilasciato un messaggio: “Oggi, 11 marzo 2021, ricordiamo commossi la tragedia che il Giappone fu chiamato dieci anni fa a fronteggiare. Il nostro pensiero va, in questa giornata, alle famiglie delle vittime del sisma del Tohoku. Ricordiamo assieme in queste ore la straordinaria reazione delle Istituzioni e del Popolo del Giappone – che con grande orgoglio e umanità hanno promosso la ricostruzione delle regioni colpite dal terremoto e dallo tsunami – e le tantissime testimonianze di amicizia e solidarietà giunte dall’Italia e dalla comunità italiana qui residente”: lo ha detto l’Ambasciatore italiano a Tokyo, Giorgio Starace, in occasione dell’anniversario decennale della catastrofe di Fukushima”.

Letture Consigliate