bambine

11 ottobre 2016 – Istituita il 9 dicembre 2011 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, oggi si celebra la Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Nel 2011 l’Assemblea delle Nazioni Unite istituiva nella data dell’11 ottobre la giornata internazionale delle bambine e delle ragazze. In particolare, quella di oggi vuole essere un’occasione di riflessione per ricordare a chiunque che quello dell’infanzia è un mondo fatto essenzialmente di diritti negati soprattutto quando parliamo di bambine e ragazze.

image

La strada da percorrere è ancora lunga ed in salita, perché ancora oggi milioni di bambine e ragazze nel mondo sono vittime di violenze fisiche, psichiche e morali, di abusi sessuali e di ogni tipo, di discriminazioni di genere. In molte culture sono “spose bambine” prima di aver raggiunto la maturità sessuale, in altre culture ancora vengono sottoposte ad infibulazione e mutilazioni genitali in condizioni di scarsa igiene, e per questo muoiono.

Bambine e ragazze sono spesso trattare come esseri inferiori e la società insegna loro a tenersi in disparte, in tal modo indebolendo la loro autostima. Tuttavia in moltissimi Paesi, i dati disponibili dimostrano che le bambine sono vittime di discriminazioni fin dai primi momenti di vita, durante tutta l’infanzia e fino all’età adulta.

Il alcune parti del mondo, gli uomini superano le donne di una percentuale del 5%. Le ragioni di questa gravissima discrepanza vanno ricercate in atteggiamenti e pratiche nocive, come le mutilazioni genitali, la preferenza accordata ai figli maschi, il matrimonio precoce, la violenza contro le donne, lo sfruttamento sessuale, le sevizie, la discriminazione alimentare contro le bambine e tante altre pratiche che hanno una influenza sulla loro salute e sul loro benessere.

La naturale conseguenza è che purtroppo meno bambine che bambini riescono a sopravvivere fino all’età adulta. Questo è un dato molto sconcertante che deve far riflettere tutti quotidianamente non solo nella data dell’11 ottobre.

In Italia, Terres des hommes ha lanciato una campagna che ha chiamato “InDifesa” e oggi  a Milano si terrà un evento per celebrare la giornata. Tutti i dettagli al sito www.terredeshommes.it. L’organizzazione  quest’anno invita a portare qualcosa di arancione alla conferenza per partecipare alla #orangerevolution di #indifesa. 


MISURE URGENTI DA INTRAPRENDERE

• Elaborare e applicare politiche, piani di azioni e programmi completi per la sopravvivenza, protezione, sviluppo e miglioramento della condizione delle bambine allo scopo di promuovere e proteggere il pieno esercizio dei loro diritti fondamentali e assicurare la pari opportunità.

• Istituire programmi di istruzione e sviluppare materiale didattico e libri di testo che sensibilizzino e informino gli adulti circa gli effetti dannosi di certe pratiche tradizionali alle quali vengono sottoposte le bambine.

• Adottare misure affinché le tradizioni, la religione e le loro manifestazioni non siano causa di discriminazioni nei confronti delle ragazze e delle bambine.

Solamente intraprendendo misure urgenti e drastiche si potrà sostenere le bambine mettendole nelle condizioni di sviluppare la propria autostima ed assumere piena responsabilità per la propria vita. Perché difronte a dati e realtà così disarmanti bisogna porre al centro dell’attenzione l’importanza della salute fisica e mentale ed il benessere delle bambine.

[ads2]

Letture Consigliate