Giro d’Italia, impresa epica di Christopher Froome



Giro
pagina facebook Giro d'Italia

Nella diciannovesima tappa del Giro d’Italia il britannico del Team Sky scatta ad 80 Km dall’arrivo e va a conquistarsi la Maglia Rosa

Tutto stravolto nella diciannovesima tappa del Giro d’Italia. Nel terzultimo atto della corsa rosa, da Venaria a Bardonecchia, Chris Froome si rende protagonista di una di quelle imprese destinate a rimanere nella storia.

Dopo aver vinto sullo Zoncolan, il britannico del Team Sky conquista la Maglia Rosa dopo una fuga in solitaria di 80 Km. Crolla Simon Yates, che perde più di 20 minuti, in difficoltà anche Pozzovivo che scende dal podio.

La cronaca della tappa

Nel corso dei primi Km si ritira Fabio Aru. Appena il gruppo comincia la scalata del Colle Delle Finestre, la Cima Coppi della corsa, il Team Sky impone subito un ritmo infernale. Il primo a farne le spese è la maglia rosa Simon Yates, che si stacca subito. Poco dopo va in difficoltà anche Pozzovivo.

Ai meno 80, Froome attacca sul tratto in sterrato e fa il vuoto. Dietro resistono soltanto Dumoulin, Pinot, Carapaz e Miguel Angel Lopez. Froome incrementa il suo vantaggio in discesa e sul Sestriere, arrivando ad avere 3.34 di vantaggio sugli inseguitori.

Nell’ultima salita il britannico amministra il vantaggio su Dumoulin e va a vincere la tappa, conquistando anche i 10 secondi di abbuono. Secondo Carapaz a 2.59, davanti a Pinot. Dumoulin crolla nell’ultimo tratto e arriva a 3.21. Pozzovivo giunge a 8.27.

In classifica Froome ha 40 secondi su Dumoulin e 4.17 su Pinot. Scende dal podio Pozzovivo, ora a 8.03. Domani l’ultima tappa dura da Susa a Cervinia, con 4000 metri di dislivello, prima della passerella finale a Roma.

Leggi anche