Golden Globe 2015, i premi



Golden Globe

Alla 72esima edizione dei Golden Globe, Boyhood vince il premio come miglior film

Sono circa novanta i giornalisti che annualmente si riuniscono per la cerimonia dei Golden Globe, premio che considera i migliori film e serie Tv della stagione.

Quest’anno Boyhood è il “miglior film“: arriva dagli Stati Uniti e diretto dal regista Richard Linklater, è un film drammatico che racconta la crescita di Mason che vive con la madre e la sorella, ma senza il padre. Traslochi continui, una madre che cambia relazione di frequente, il momento del distacco dalla famiglia passando al college.

Migliori serie Tv invece The Affair e Trasparent, che saranno trasmessi rispettivamente il 12 ottobre 2014 su Showtime e il 26 settembre 2014 su amazon.com

I premi assegnati al cinema sono:

Golden Globe
Boyhood – Miglior film ai Golden Globe 2015

Miglior film drammatico
Boyhood

Miglior commedia o musical
Grand Budapest hotel

Miglior attore in un film drammatico
Eddie Redmayne, The theory of everything

Miglior attrice in un film drammatico
Julianne Moore, Still Alice

Miglior attore in una commedia o in un musical
Michael Keaton, Birdman

Miglior attrice in una commedia o in un musical
Amy Adams, Big Eyes

Miglior attore non protagonista
J.K. Simmons, Whiplash

Miglior attrice non protagonista
Patricia Arquette, Boyhood

Miglior regista
Richard Linklater, Boyhood

Miglior sceneggiatura
Alejandro González Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris, Armando Bo,Birdman

Miglior canzone originale
Glory, Selma (John Legend, Common)

Miglior colonna sonora originale
Jóhann Jóhannsson, The theory of everything

Miglior film d’animazione
Dragon Trainer 2

Miglior film straniero
Leviathan (Russia)

I premi assegnati alle serie Tv sono:

Miglior serie drammatica

Golden Globe
The Affair – Miglior serie Tv Golden Globe 2015

The affair

Miglior serie comedy o musical
Transparent

Miglior miniserie
Fargo

Miglior attore in una serie drammatica
Kevin Spacey, per il ruolo di Frank Underwood in House of cards

Miglior attrice in una serie drammatica
Ruth Wilson, per il ruolo di Alison Lockhart in The affair

Miglior attore in una serie comedy o in un musical
Jeffrey Tambor, per il ruolo di Mort/Maura in Transparent

Miglior attrice in una serie o in un musical
Gina Rodriguez, per il ruolo di Jane Villanueva in Jane The virgin

Miglior attore in una miniserie
Billy Bob Thornton, per il ruolo di Malvo Lorne in Fargo

Miglior attrice in una miniserie
Maggie Gyllenhaal, per il ruolo di Nessa Stein in The honourable woman

Miglior attore non protagonista in una serie, in una miniserie o film per la tv
Matt Bomer, per il ruolo di Felix Turner in The normal heart

Miglior attrice non protagonista in una serie, in una miniserie o film per la tv
Joanne Froggatt, per il ruolo di Anna Smith in Downton Abbey

Leggi anche