Governo, Di Maio avvisa la Lega sui ministeri



M5S Crisi di governo Di Maio Zingaretti
Immagine da sito ufficiale Governo

Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio avverte la Lega, che vorrebbe altri ministeri. E attacca Salvini a causa del suo atteggiamento da opposizione

Da uno schieramento all’altro. Se Salvini attacca, Luigi Di Maio non sta a guardare e risponde. Addirittura, il ministro del Movimento 5 Stelle si concede il lusso di avvertire la Lega e porle un vero e proprio ultimatum. Se l’altra parte del Governo si concede il lusso di attaccare sulla riforma della Giustizia, ecco che il Movimento batte su uno dei (tanti) nervi scoperti della Lega: la flat tax e i Ministeri. In più, il capo politico accenna anche qualcosa sui piani futuri del Governo.

Se i continui attacchi della Lega servono per ottenere qualche Ministero in più, lo chiedano pubblicamente. Non si può stare al Governo con l’atteggiamento da opposizione. Se il cavallo di battaglia della Lega è la flat tax, ci aspettiamo da loro i miliardi che servono per farla.” ha dichiarato Luigi Di Maio.

Il vero grande tema è che a fine anno noi necessariamente dobbiamo abbassare le tasse. Noi abbiamo il progetto di abbassare il costo del lavoro, intervenire sul cuneo, e costa 4 miliardi. Abbiamo poi il progetto per abolire il canone Rai e abbattere il bollo auto, bisogna farlo però senza questo atteggiamento.” ha poi detto il ministro.

Le coperture restano un mistero, ma se le portano sono pronto a votarle. Nessuno vuole abolire il servizio pubblico, il vero grande tema è trovare le coperture per assicurare comunque il servizio pubblico.” ha poi dichiarato.

Il vicepremier punge gli alleati anche sul nome del commissario italiano da indicare all’UE: “Abbiamo già posticipato troppo, questo nome doveva uscire due settimane fa. Lo diciamo da tempo, la Lega si prenda la sua responsabilità e nomini un commissario. È troppo facile criticare sempre i 5 Stelle.

Leggi anche