Tevez
Immagine da Pixabay

Tevez torna a casa per stare vicino alla sua famiglia in seguito alla morte del padre, a cui era molto legato

Nelle scorse ore il calciatore Tevez, ha dovuto affrontare la grave perdita del padre scomparso da poco. L’Apache racconta di come il padre avesse già da tempo varie problematiche di salute e di come i medici gli avessero già detto che non c’è l’avrebbe fatta.

Potrebbe interessarti:

La morte di Don Segundo, ha commosso i cuori della squadra di Carlitos e dei suoi tifosi, con tanto di omaggio del Bocs Juniors sul loro profilo Social. “Il Boca Juniors piange la morte di Don Segundo, il padre di Carlitos, e accompagna la famiglia Tevez e i loro amici in questo momento di così tanto dolore e tristezza”.

Ovviamente l’allenatore del Boca Miguel Ángel Russo ha lasciato immediatamente andare il suo capitano, già di ritorno da Rosario per tornare a Buenos Aires. Il padre di Tevez purtroppo soffriva da tempo di problematiche relative al diabete e il covid, che si sono aggravate con il contagio da covid.

Tevez ha raccontato il legame che aveva con Segundo, che non era il padre biologico di Carlitos. Racconta di come si fosse preso cura di lui nonostante non fosse suo figlio naturale, di come ha creduto nel suo talento e passione per il calcio. Racconta anche di come era diventato molto difficile conciliare il calcio con la preoccupazione per il padre e le sue condizioni critiche: “si è preso cura di me senza averci niente a che fare. In me vide un ragazzo indifeso che non aveva una guida o altro. E mi ha accompagniamo in ogni momento della mia vita. Mi ha insegnato moltissimo”.

Letture Consigliate