Grecia, piogge ed inondazioni: 5 morti e 1 disperso sull’Evia

grecia

In Grecia si contano almeno 5 morti e 1 dispoerso, a causa delle inondazioni e piogge torrenziali che stanno devastando l’isola di Evia

In Grecia la situazione maltempo è drammatica. Ad Atene sarebbero almeno 5 le vittime, tra cui un bambino, a causa delle fitte piogge torrenziali e delle inondazioni che stanno interessando l’isola di Evia.

L’isola si trova non lontana dalla costa, a circa 100 chilometri a nord-est di Atene. All’appello manca anche una persona che tutt’ora risulta essere dispersa. La massiccia presenza delle precipitazioni ha raso al suolo decine di case e reso impraticabili alcune strade.

Con le vie di comunicazione interrotte e gran parte delle abitazioni prese di mira, L’Evia, chiamata anche Eubea, sta affrontando una situazione climatica davvero drammatica. L’intera Grecia è in stato di allerta e le condizioni del tempo vengono costantemente monitorate dagli esperti che temono un peggioramento.

Tra le vittime c’è anche un bambino di otto mesi, trovato morto in una casa allagata nel villaggio di Politika, a riferirlo è un portavoce dei vigili del fuoco. Ore prima, un uomo e una donna, entrambi ottantenni, sono stati rinvenuti privi di sensi dai vigili del fuoco in due case dello stesso villaggio.

Un portavoce dei servizi di emergenza nelle ultime ore ha smentito quanto riferito dal vice ministro della Protezione civile Nikos Hardalias. Il ministro aveva infatti parlato di due persone disperse. Tuttavia di recente una donna è stata avvistata dall’alto grazie ad un elicottero di perlustrazione e tratta in salvo dai soccorsi. Resta di 1, quindi il numero dei dispersi.

La donna era stata stata spazzata via dall’acqua nella sua casa nel villaggio di Bourtsi.
Anche altre due persone decedute vivevano nello stesso villaggio, un uomo di 74 anni e una donna di 73 anni. Il primo ministro Kyriakos Mitsotakis si è rivolto alla nazione, esprimendo profondo cordoglio per le vittime. Lunedì visiterà l’isola, la seconda per estensione in Grecia, dopo Creta.