hilary duff seguito di how i met your mother
screen da instagram

Hulu annuncia il sequel di How I Met Your Mother, dal titolo How I Met Your Father. A calarsi nei panni da protagonista sarà Hilary Duff

How I Met Your Mother avrà un sequel che vedrà Hilary Duff nei panni della protagonista.

Potrebbe interessarti:

La celebre sitcom, andata in onda dal 2005 al 2014, proseguirà con una serie sequel intitolata How I Met Your Father. Le nuove puntate saranno prodotte in esclusiva per Hulu. La nota attrice e cantante impersonerà Sophie, la quale che racconterà a suo figlio la storia di come abbia incontrato il padre nel 2021. In quell’anno la donna, insieme alle sue amiche, si approcciava a numerose app che permettono di avere un contatto diretto con l’altro sesso fino ad innamorarsi.

La serie sarà scritta e prodotta dai co-sceneggiatori di This is Us, Isaac Aptaker e Elizabeth Berger. Craig Thomas e Carter Bays, creatori di How I Met Your Mother, avranno un ruolo anche in questo progetto, figurando come produttori esecutivi. Non sappiamo ancora se la nuova serie avrà una trama autonoma rispetto alla iconica sitcom o se ci saranno dei ganci narrativi.

Hilary Duff: la carriera dagli esordi da Lizzie McGuire

Hilary Duff, dopo aver acquisito notorietà recitando nella serie televisiva Lizzie McGuire, passa al grande schermo con ruoli da co-protagonista in film come Una scatenata dozzina (con Steve Martin, Bonnie Hunt) e War, Inc. (con John Cusack, Marisa Tomei, Ben Kingsley). Inoltre è protagonista in pellicole come A Cinderella Story, Material GirlsNata per vincere e Sharon Tate – Tra incubo e realtà. Dal 2015 figura nella serie televisiva Younger per cui guadagna due nomination ai People’s Choice Awards.

Più tardi decolla la sua carriera come cantante: Hilary Duff vende 20 milioni di dischi in tutto il mondo. L’album d’esordio si chiama Santa Claus Lane ed è prodotto dalla Walt Disney Records. In seguito, sotto la casa discografica Hollywood Records, pubblica successi come Metamorphosis (2003), Hilary Duff (2004), Most Wanted (2005) e Dignity (2007). Dal 2015, con l’etichetta RCA Records, esce l’album che rompe otto anni di silenzio discografico: Breathe In. Breathe Out.

Letture Consigliate