Houston, abbiamo un problema: Valentino sarà a Valencia!

Valentino: “Grazie a tutti per il fantastico supporto, leggervi mi ha aiutato a superare amarezza e incazzatura. Da oggi si lavora per Valencia”

project adv

ValentinoValentino non molla, mai. Sembra di (ri)sentire i lamenti di Lorenzo, dopo il cinguettio del Dottore di ieri pomeriggio, con cui avverte i fan della sua presenza sulla griglia dell’ultimo appuntamento del motomondiale. Partirà ultimo il fenomeno di Tavullia, ma partirà. La M1 carenata 46, a Valencia, ci sarà. Deve essere bastato questo per “appesantire” la tuta del maiorchino.

Lo sfogo di Lorenzo nell’immediato post gara in Malesia sembrava proprio rivelare al mondo il terrore (sportivo) che gli provoca Valentino. Catalunya è lontana sei anni eppure quel sorpasso, quella linea tracciata contro ogni legge della fisica dal dottore all’ultima curva, all’ultimo respiro, brucia ancora, eccome se brucia. Prendere paga puntualmente non è mai bello. In casa propria, sul finire, sul più bello poi, proprio no! Una ferita troppo profonda per lo spagnolo. Come non capirlo! E allora caro Jorge, “Bievenido nel club de los bastonados”, direbbero i suoi rassegnati colleghi, tutti “addomesticati” dal pesarese. Gibernau, Biaggi, Melandri, Capirossi, Stoner, Marquez, sono soli i più citati tra quelli che hanno provato a sfidare un dio. Tutti, purtroppo (per loro), con il medesimo risultato.

Jorge, si presenta a Valencia con la tensione alle stelle, sa bene, avendo imparato a proprie spese, cosa significa avere Valentino alle spalle. Marquez, con ogni probabilità, gli lascerà strada, per poi scortarlo al traguardo, se questo dovesse bastare… Il web sembra non aver gradito la decisione della Race Direction di domenica scorsa: non si contano i messaggi di solidarietà per il dottore, anche da parte di colleghi che a quella gara prenderanno parte, da avversari ovviamente (a questo punto non è più così scontato ribadirlo!) e che almeno per una volta, almeno per un po’, vedranno il 46 dove solo il verdetto di un giudice (e non di un cronometro!) poteva relegare. Ah, ci sarà IannoneMarquez con ogni probabilità farà la sua (sic!) gara.

La MotoGp, si è detto, è uno sport pulito. Sì, lo era. La MotoGp è uno sport individuale. Chi crede il contrario ha, evidentemente, troppa poca esperienza per sapere che il primo rivale di ogni pilota è il proprio compagno di box! Di diverso avviso è sembrata la Race Direction Malaysiana, di fatto legittimando nuove “coppie di fatto”, così rivedendo regole fondamentali del motomondiale e del FairPlay.

Eppure, senza voler scendere nei dettagli della gara, sarebbero bastati pochi numeri per capire il “movente” del piano – smascherato e sbandierato anzitempo alla stampa dallo stesso Valentino, salvo vederlo poi puntualmente messo in pratica – dell’aspirante allievo di Rossi: 9 mondiali, 112 gare vinte, 211 podi, 5405 pti, 61 pole, 92 giri veloci, l’unico a vincere in tutte le categorie 125cc, 250cc, 500cc, MotoGP. Numeri mostruosi quelli di Valentino che, rapportati al curriculum vitae di Lorenzo, lasciano intendere anche ai meno accorti la ragione che avrebbe spinto l’ambizioso fantino della Honda a fermare la storia, pardon Rossi.

Marquez sta interpretando al meglio questa nuova Motogp, dove la moto, l’elettronica, il gioco (sporco) di squadra, sembra valere più di tutto, più del pilota, più della strategia e, forse, varrà più del Mito. Ha deciso di sferrare uno scellerato attacco ai record del Dottore e, per questo, sembra non conoscere limiti. Ha provato in tutti modi ad imitare un dio e, quando l’ha fatto, gli è anche riuscito male (vedi Laguna Seca) ma, occorre che qualcuno glielo spieghi bene, una volta per tutte: un falso, anche se d’autore, resta pur sempre un falso.

Valentino, a Valencia ci sarà un’altra pagina di storia da scrivere, un altro capitolo della tua meravigliosa carriera. Noi, ci auguriamo che a vincere, sarà lo sport. Tu, per esserci, per giocartela, contro tutto e tutti, nonostante tutto e tutti, hai già vinto. Grazie per regalarci momenti come questi. #iostoconVale #iocicredo

Video del giorno