In questo giorno si ricorda San Nicola, uno dei santi più celebri di tutta la cristianità. Dalla sua leggenda nasce il mito di Babbo Natale

Il 6 dicembre si ricorda uno dei santi più popolari di tutta la cristianità: si tratta di San Nicola. San Nicola è il protettore di bambini, vergini, pellegrini e viaggiatori, commercianti, mastri birrai e distillatori, ecc. Lo si invoca principalmente per la buona navigazione, scongiurando il pericolo dell’acqua sia sulla terraferma che sul mare e contro i ladri, affinché aiuti a riavere gli oggetti persi o smarriti.

Potrebbe interessarti:

Il mito di Babbo Natale nasce dalla leggenda di San Nicola: secondo la tradizione si racconta che il santo regalò una dote a tre fanciulle povere perché potessero andare spose invece di prostituirsi e, in un’altra occasione, salvò tre fanciulli. Nel Medioevo si diffuse in Europa l’uso di ricordare l’episodio con lo scambio di doni nel giorno dedicato al santo.

Nel 1821 venne stampato un libro illustrato, “L’Amico dei Bambini”, in cui si legge: “Il vecchio Santa Claus con grande gioia guida la sua renna (…) per portare a te ogni anno i suoi regali”. Si tratta della prima attestazione scritta dell’uso delle renne e l’anno successivo, l’immagine del Santo subisce un’ulteriore trasformazione.

L’omone con la barba bianca e il sacco pieno di regali, invece, nacque in America dalla penna di Clement C. Moore, che nel 1822 scrisse una poesia in cui lo descriveva come ormai tutti lo conosciamo. Questo nuovo Santa Claus ebbe successo, e dagli anni Cinquanta conquistò anche l’Europa diventando, in Italia, Babbo Natale.

L’abito rosso bordato di pelliccia bianca è diventato il suo look ufficiale a partire dal 1931. Fu la pubblicità della multinazionale americana “Coca Cola“, a mettere insieme i ricordi di San Nicola e il personaggio dello “spirito del Natale presente”, descritto da Charles Dickens nel racconto “Canto di Natale“. Così, dopo che per secoli la leggenda narrava di un uomo col mantello verde, in pochi anni l’uomo in rosso si impose, facendo quasi perdere traccia delle sue origini cromatiche.

Letture Consigliate