Il Padrino
Immagine da YouTube

Il Padrino-Parte III tornerà al cinema a Dicembre in versione rieditata e con un finale diverso: “Una conclusione più appropriata della saga”, afferma Coppola

“Quando pensavo di esserne fuori… mi costringono a tornare!”: potremmo riassumere così, con una battuta del protagonista Michael Corleone (Al Pacino), la decisione del regista Francis Ford Coppola di riportare al cinema, in versione rieditata e con un finale diverso, Il Padrino-Parte III ultimo movimento del trittico dedicato alla famiglia mafiosa dei Corleone, nato da un romanzo del co-sceneggiatore Mario Puzo:

Potrebbe interessarti:

“Si tratta di un riconoscimento al titolo preferito da me e da Mario e alle nostre intenzioni originali“, ha detto Coppola che poi spiega: “Per questa versione, ho creato un nuovo inizio e una nuova fine, riarrangiato alcune scene, inquadrature e tracce musicali. Per me si tratta di una conclusione più appropriata della saga”.

La “nuova” versione de Il Padrino-Parte III nata dalla lavorazione di una scansione in 4K del negativo originale e con le scene restaurate fotogramma per fotogramma, sarà nelle sale a Dicembre con Paramount prima di essere rilasciata anche in DVD e in versione digitale.

L’operazione riscatto riuscirà? Ricordiamo che all’epoca della sua uscita, alla pellicola furono rimproverate diverse “pecche”, su tutte la presenza di scene esageratamente melodrammatiche, e anche alcune scelte creative del regista finirono nel mirino, come quella di scritturare la figlia Sofia Coppola (oggi regista) per il ruolo della figlia di Michael Corleone.

Anche la critica snobbò il film: su sette candidature all’Oscar, Il Padrino non ne vinse alcuno.

 

Letture Consigliate