vaccino covid-19
Immagine da Pixabay

Alla prima iniezione di vaccino covid19 il Presidente uscente, Donald Trump esulta “Congratulations USA! Congratulations World!”

Questa mattina negli Stati Uniti è stata somministrata la prima dose di vaccino contro il covid-19, il vaccino prodotto dalla casa farmaceutica Pfizer, la più grande al mondo nella ricerca e nella produzione di farmaci.

Potrebbe interessarti:

L’infermiera S.L. è stata la prima negli Usa a ricevere questa dose di vaccino presso il Jewish Medical Center di Long Island, l’ospedale che serve la grande area metropolitana di New York.

Negli Stati Uniti la vaccinazione e la distribuzione delle dosi seguirà un iter ben preciso: innanzitutto si partirà con la vaccinazione del personale sanitario e degli ospiti delle residenze per anziani. Verranno consegnate le dosi di vaccino covid-19 il prossimo lunedì in 145 centri di distribuzione, martedì in altri 425 e mercoledì nei restanti 66 centri statunitensi. La distribuzione delle dosi seguirà i parametri relativi al numero di persone adulte presenti in ogni stato.

Doversi i commenti espressi rispetto all’evento più atteso del 2020, in cui abbiamo assistito alla comparsa improvvisa di un nuovo virus covid-19, che ha cambiato i volti delle strade e delle città in tutto il mondo, mentre un milione e mezzo di persone perdeva la vita nella battaglia contro il covid-19. Il Presidente Trump, dopo aver esultato per la prima iniezione di vaccino, ha anche posticipato di 1 settimana la vaccinazione dei dirigenti della Casa Bianca, senza un motivo ben chiaro.

Il Governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, commenta l’evento, sottolineando però la necessità che il 75% della popolazione venga vaccinata per scongiurare altre ondate disastrose dell’epidemia.

Letture Consigliate
Articolo precedenteDonald Trump: “Storia di una democrazia mancata”
Prossimo articoloFormula 1: reso conto di un campionato particolare in un anno particolare
Gaudieri Brunella
Ho studiato il tedesco, l´inglese e ho qualche infarinatura di svedese ed arabo. Dopo la laurea triennale in Traduzione e Interpretariato a Napoli mi sono trasferita a Gorizia, poi Trieste, Udine, Klagenfurt am Wörthersee e Vienna. In questi posti ho fatto bellissime esperienze di lavoro, tra cui la traduttrice presso l´ORF. Ho conseguito la laurea specialistica a doppio diploma italo-austriaco in Lingue e letterature straniere ed euroamericane ed ho vissuto tanto tempo lontana dalla mia "comfort zone". Ho incontrato tantissime persone e mi sono avvicinata incuriosita alle loro culture. Mi piace la lettura, il mondo dell´informazione, l´arte e parlo molto bene il tedesco. Sono attenta alle problematiche sociali e sensibile alla tutela degli animali randagi.