Juventus-Ferencvaros 2-1: Morata porta i bianconeri agli ottavi

Juventus, Cuadrado
Foto: Twitter Juventus

Juventus poco brillante ma agli ottavi di Champions League con due turni di anticipo. Male Dybala, Morata entra e segna

Una Juventus poco combattiva raggiunge l’obiettivo ottavi di Champions League con due turni d’anticipo. Un primo tempo con un approccio da amichevole, con la squadra molto lunga e poco feroce, tranne De Ligt. Pirlo concede spazio a Dybala che purtroppo non ripaga e soffre molto una condizione fisica non brillante.

Nel primo tempo la Vecchia Signora lascia molti buchi in mezzo al campo e al 19′ subisce la rete di Uzuni che devia in porta un tiro sporco di Nguen. La Juventus prende lo schiaffo e si sveglia, mettendo in moto i giocatori di talento. Una combinazione nello stretto porta Ronaldo al traversone, che trova Dybala sul secondo palo, che in spaccata si fa disinnescare il tiro da Dibusz.

A segnare il gol del pareggio ci pensa Cristiano Ronaldo con un sinistro forte e chirurgico. Nel secondo tempo si gioca ad una porta sola ma la Juventus è molto lenta. Pirlo opera un triplo cambio, ma a cambiare il ritmo è Morata, che subito spacca il match. Dibusz con un miracolo in uscita evita la doppietta di Ronaldo. Bernardeschi e Morata centrano il palo, una costante di questa Juventus di inizio stagione.

Nel momento di maggiore difficoltà, la Vecchia Signora pesca dal cilindro un’azione a tre tocchi che porta al gol: lancio lungo di Danilo, cross in controbalzo di Cuadrado e stacco di Morata che regala la qualificazione alla Juventus.

Juve Ferencvaros 2-1: risultato e tabellino

Reti: 19′ Uzuni, 35′ Ronaldo, 90+2′ Morata

Juventus (4-4-2): Szczesny, Cuadrado, De Ligt, Danilo, Alex Sandro; McKennie (62′ Kulusevski), Bentancur (82′ Rabiot), Arthur (82′ Ramsey), Bernardeschi (62′ Chiesa); Dybala (62′ Morata), Ronaldo. All. Pirlo. A disp. Pinsoglio, Israel, Dragusin, Frabotta, Ramsey, Rabiot, Chiesa, Portanova.

Ferencvaros (3-4-3): Dibusz; Lovrencsics (78′ Botka), Dvali, Blazic, Frimpong, Heister; Siger (78′ Laidouni), Somalia; Uzuni, Zubkov (70′ Isael), Nguen (70′ Boli). All. Rebrov. A disp. Szecsi, Ori, Kharatin, Kovacevic, Mak, Baturina, Csontos.

Arbitro: Siebert (GER)

Ammoniti: 67′ Siger, 80′ Danilo