La canzone mononota
screen da youtube

La canzone mononota è il brano con cui N.A.I.P affronterà la semifinale di X Factor 2020. L’artista eseguirà la cover in duetto con Elio per la sezione featuring

La canzone mononota è un brano del 2013 presentato al Festival di Sanremo dal complesso musicale Elio e le Storie Tese. Compito di N.A.I.P sarà quello di eseguire il pezzo proprio in duetto con Elio, per giocarsi così l’accesso alla finalissima di giovedì 10 dicembre.

Potrebbe interessarti:

N.A.I.P canterà La canzone mononota all’interno della manche legata ai featuring, vediamo insieme alcune curiosità riguardanti questo pezzo che è originale già a partire dal titolo. Il naming fa infatti riferimento alla composizione melodica costruita quasi completamente su di una sola nota.

Alcune curiosità

Nel corso della kermesse canora il maestro e direttore Mauro Pagani non tardò a lodare il genio del brano che seppur poggiando su di una sola nota, ha un rapido cambiamento di accordi. Apparentemente semplice, La canzone mononota di Elio e le Storie Tese è invece di difficile esecuzione, dal momento che tempo e ritmo sono presenti in due salti di ottava.

Altra curiosità riguarda il titolo originale della track che avrebbe dovuto essere “La canzone monotona” appunto per giustificare lo scarsissimo cambiamento di melodia. La scelta della titolazione finale è poi risultata più convincente conquistando nel complesso pubblico e critica. La canzone mononota si piazza in seconda posizione tra L’essenziale di Marco Mengoni Se si potesse non morire dei Modà.

E non è finita qui, poiché il brano a Sanremo 2013 ha fatto incetta di premi, aggiudicandosi quelli più ambiti dell’intera competizione. A cominciare dal Premio Lunezia al migliore testo del Festival e il Premio della critica Mia Martini. Graditissima anche dall’orchestra che volle assegnare al brano degli Elio e le Storie Tese il Premio per il miglior arrangiamento. Il complesso portò a casa anche il Premio sala stampa radio-tv-web Lucio Dalla.

Ecco il testo de La canzone mononota

Condurre un’esistenza di sforzi
Tallonando la chimera di una melodia composita
Gremita di arzigogoli rarissimi
Che poi alla fine scopri
Che ti mancava quella nota sola
Bellissima
Che sciocco non aver pensato prima
Alla canzone mononota
Una canzone poco nota
Che si fa con una nota
E quella nota è questa
È la canzone mononota
Puoi cambiare il ritmo
Puoi cambiare la velocità
Puoi cambiare l’atmosfera
Puoi cambiare gli accordi
La puoi fare maggiore, minore, eccedente, diminuita
Puoi cambiare il cantante
Puoi cambiare l’argomento
Puoi cantarla da solo
Puoi cantarla tutti insieme con il coro
Puoi farla fare all’orchestra
Mentre ti prendi una pausetta
Puoi cambiare la lingua
For example you can sing it in English
Auf Deutsch, en francais, en espanol
In cinese, “unci, dunci, trinci”
Quante cose che puoi fare
Senza cambiare la nota
Puoi cambiare l’ottava
Pupi cantare all’ottava bassa
Puoi far finta che sia finita
Ma se non sei in grado neanche
Di cantare la canzone mononota
Ti consigliamo di abbandonare il tuo sogno di cantante
Se sei un cantante virtuoso
Stai attento
Che qui basta che fai “ah”
E sei fuori
La canzone mononota
Che non scende a compromessi
E se lo fa il compromesso è piccolo
Tipo questo
La canzone mononota
Ha avuto I suoi antesignani
Uno su tutti, Rossini, Bob Dylan, Tintarella di Luna
E’ anche facile da fischiettare
Democratica, osteggiata dalle dittature
Fateci caso, l’inno cubano è pieno di note
C’è poi il samba di una nota sola
Ma, se ascolti attentamente, dopo un po’ cambia
Jobim non ha avuto le palle di perseguire un obiettivo
Non ci ha creduto fino in fondo
Invece Noi

 

 

Letture Consigliate