La famiglia addams netflix
screen da yt

La famiglia Addams: Netflix ordina la serie tv su Mercoledì, uno dei personaggi più iconici di sempre. A capo del progetto un regista molto acclamato

Netflix ha annunciato da poche ore la produzione di Mercoledì (Wednesday), serie live-action incentrata su Mercoledì Addams, uno dei membri più oscuri ed iconici della famiglia Addams. Il dramedy, articolato in otto episodi, sarà diretto dall’acclamato e visionario regista di Edward mani di forbice La fabbrica di cioccolato: Tim Burton.

Potrebbe interessarti:

Di cosa parla Wednesday? Trama e altri dettagli

Netflix descrive la serie come una storia di formazione appartenente al genere del mistero, condita di elementi paranormali e investigativi. La storia sarà focalizzata sugli anni in cui Mercoledì Addams è una studentessa della Nevermore Academy. La ragazza dovrà controllare le sue abilità psichiche, opporsi alla minaccia omicida che sta terrorizzando la città e risolvere un mistero intricato, vecchio di 25 anni, che riguarda i suoi genitori.

La sceneggiatura è stata affidata agli ideatori di Smallville, Al Gough e Miles Millar, i quali figureranno anche come produttori esecutivi con Burton, Kayla Alpert, Andrew Mittman, Kevin Miserocchi, Jonathan Glickman e Gail Berman. Mercoledì Addams è stata interpretata da numerosi volti nel corso degli anni, ma il più celebre resta probabilmente quella di Christina Ricci nel film degli anni ’90 La famiglia Addams. Ancora nessuna notizia sul cast. Si attende con grande curiosità il nome dell’attrice che impersonerà Mercoledì in questo nuovo adattamento Netflix.

Storia del personaggio

Mercoledì nasce dalla penna di Charles Addams il 29 giugno 1940 per una vignetta pubblicata sul periodico The New Yorker. In questo episodio la bambina appare affaticata mentre salta la corda di notte e va avanti con la sua conta “ventitremila e uno, ventitremila e due, ventitremila e tre…“. La stessa bambina ricompare nell’edizione delle filastrocche per bambini di Charles Addams che vede la luce nel 1967.

Letture Consigliate