open arms, lampedusa
Google Maps

L’incontro tra Musumeci e Conte arriva a una soluzione: tra giovedì e venerdì previsto l’arrivo di due navi di grandi dimensioni per spostare i migranti dall’hotspot di Lampedusa

Il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, incontra il premier Giuseppe Conte per discutere sulla questione Lampedusa. Sulla crisi migranti Musumeci ha aperto la polemica da molte settimane arrivando anche a scontrarsi con alcune direttive emanate dall’esecutivo. “Noi non arretriamo di un solo millimetro -annuncia il governatore –“abbiamo aperto una breccia in un muro che sembrava di cemento armato. “

Potrebbe interessarti:

Il Presidente del Consiglio durante l’incontro ha  preso atto della complessità della situazione in cui si trovano i migranti a Lampedusa, “ma sappiamo anche che il fenomeno è complesso da sempre e non bastano gli slogan per affrontarlo, ma sono necessarie iniziative a vari livelli e interventi ben sinergici e ben coordinati“- ha dichiarato.

La soluzione su cui hanno mediato il premier e il governatore prevede l’arrivo di due navi di grandi dimensioni che sbarcheranno a a Lampedusa tra giovedì e venerdì. Le imbarcazioni avranno l’incarico di accogliere i migranti permettendo così alle autorità di svuotare l’hotspot. “Siamo pronti a rafforzare la sorveglianza sanitaria dei migranti per garantire la massima sicurezza della popolazione”- ha sottolineato Conte.

Inoltre per Lampedusa il governo vara aiuti economici: “Lampedusa merita misure economiche di favore, con specifico riguardo a sospensione di adempimenti e versamenti, anche arretrati. La sofferenza economica, e non solo, merita una risposta forte dello Stato– ha spiegato il premier.

Letture Consigliate