18 Luglio 2018 - 16:43

Legittima difesa: la nuova battaglia di Salvini

Legittima Difesa

Sbarca in Parlamento il disegno di legge sulla legittima difesa già annunciato in campagna elettorale. Il centrosinistra prepara battaglia

Dopo l’eterna discussione sui migranti, ecco che Matteo Salvini si scosta dallo schema già propinato a lungo durante questa prima fase di Governo. E si sposta su un nuovo cavallo di battaglia della sua campagna elettorale: la legittima difesa.

Il leader leghista punta all’ampliamento dei diritti nell’uso delle armi di fronte, in particolare, all’irruzione notturna di ladri in casa. La proposta della Lega prevede il “sacrosanto” diritto di difendersi all’interno della propria abitazione. Un diritto che tenderebbe ad abbassare anche il tasso di criminalità.

Se mi trovo una persona armata e mascherata alle 3 di notte non sta me capire se ha un’arma finta, ma ho il diritto di difendermi senza se e senza ma. La proposta è in sintonia con il sacrosanto diritto, come in tantissimi Paesi sviluppati dell’Occidente, all’esercizio della legittima difesa all’interno della propria abitazione.” ha dichiarato Salvini.

Provvedimento, quello della legittima difesa, che scatena preoccupazioni nel centrosinistra. Giuseppe Civati, fondatore di Possibile, ha accusato il ministro: “L’accelerazione sulla legittima difesa è molto preoccupante. Non è un caso che un violento come Salvini, condizionato dalle lobby delle armi, scelga questo come primo atto. Il Movimento 5 Stelle sostiene la destra in tutte le sue forme perché ha optato per la destra. Fino in fondo.