27 Giugno 2018 - 12:10

Lifeline in acque maltesi, ma niente attracco: “E’ colpa della Germania”

trapani

Il mancato approdo della Ong tedesca, Lifeline, è causato dal veto della Germania che si ribella alla redistribuzione dei naufraghi in Ue

La Lifeline sarebbe dovuta approdare a Malta. Eppure, all’imbarcazione della Ong tedesca, da giorni al largo del Mediterraneo, è stato accordato solo il permesso di entrare nelle acque maltesi, ma non di attraccare a La Valletta.

Ciò accade perché la Germania si rifiuta di dare asilo a parte del 234 naufraghi a bordo, condizione duramente imposta dalla capitale maltese. Il premier Muscat ha infatti preteso un contributo europeo per la distribuzione dei migranti. Italia, Francia, Portogallo, e la stessa Malta hanno risposto positivamente all’appello, ma Germania, Olanda e Spagna si sono trincerate dietro un silenzio omertoso.

Secondo il portavoce di Lifeline, Axel Steier, è il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer ad opporre una rigida chiusura. Tutti gli altri politici, invece, sarebbero intenzionati a collaborare per risolvere l’emergenza. Inoltre, la proposta di Muscat, se concretizzata, sarebbe un superamento del trattato di Dublino, prerogativa anche italiana.