Porto-Roma 3-1: Telles elimina i giallorossi al 116′



porto-roma
Foto: Instagram UEFA Champions League

Dopo 120′ di battaglia, Porto-Roma termina il trionfo dei portoghesi per 3-1, grazie al rigore di Telles al 116′; amara eliminazione per i giallorossi

L’attesa è terminata: è il giorno di Porto-Roma. All’Estadio “Do Dragao” di Oporto (quest’oggi sold-out) va in scena la sfida valevole per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League tra la squadra di Sergio Conceiçao e di Eusebio Di Francesco.

Il 12 febbraio terminò 2-1 per i giallorossi all’Olimpico, grazie alla doppietta di Nicolò Zaniolo e la rete di Adrian Lopez, che tiene ancora in vita i Dragoes. Fischio d’inizio del match alle ore 21, live testuale di Zon.it.

Porto-Roma 3-1 (and. 1-2): il tabellino

PORTO (4-3-3): Casillas; Eder Militao (103′ Maxi Pereira), Pepe, Felipe, Alex Telles; Hector Herrera, Danilo Pereira, Otavio (93′ Hernani); Tiquinho Soares (77′ Fernando), Marega, Jesus Corona (69′ Brahimi).
Allenatore: Sergio Conceiçao

ROMA (3-4-3): Olsen; Jesus, Manolas, Marcano (76′ Cristante); Karsdorp (55′ Florenzi); N’Zonzi, De Rossi (49′ pt. Pellegrini, 96′ Schick), Kolarov; Zaniolo, Dzeko, Perotti.
Allenatore: Eusebio Di Francesco

Arbitro: Cakir (Turchia)

Marcatori: 26′ Tiquinho Soares (P), 37′ rig. De Rossi (R), 53′ Marega (P), 116′ rig. Telles (P)
Ammoniti: Zaniolo, Karsdorp, Dzeko, Pellegrini, Florenzi (R), Herrera, Pereira, Pepe, Telles (P)
Espulsi:

Note:

Cronaca del match

Secondo tempo supplementare

FT – Uscita da brividi per Casillas ma la salva Telles. Finisce la partita: la Roma esce agli ottavi di finale grazie al rigore del brasiliano ex-Inter al 116′, ribaltando in 120 minuti il risultato dell’andata. Finale amaro per i giallorossi che avevano avuto l’occasione per chiuderla, Di Francesco esce a testa bassa.

122′ – Dopo consultazione infinita, niente rigore per la Roma. Qualche dubbio ma si continua, ultimi assalti della Roma.

120′ – 3 minuti di recupero e palla in possesso del Porto. Intanto altro silent-check per un contatto Pereira-Schick in area dei portoghesi.

119′ – Pepe resta a terra per i crampi, si perde tantissimo tempo ora. Il Do Dragao è una bolgia.

116′ – TELLES NON SBAGLIA, 3-1 PORTO! Spiazzato Olsen, si toglie la maglietta e verrà ammonito ma intanto il Porto è avanti. La Roma paga l’occasione divorata da Dzeko pochi minuti prima.

115′ – CALCIO DI RIGORE PER IL PORTO: punita la trattenuta del numero 24 ai danni di Fernando, con il cartellino giallo. Incredibile..

114′ – Reagisce il Porto al triplo pericolo corso: Maxi Pereira calcia in diagonale ma la palla si perde sul fondo. Intanto c’è un silent-check per un contatto in area tra Florenzi e Fernando.

112′ – SI DIVORA IL MATCH-BALL DZEKO! Clamorosa palla goal questa volta per l’attaccante della Roma, servito da Cristante, prova il cucchiaio davanti a Casillas ma Pepe salva tutto.

111′ – DZEKO! Grande giocata del bosniaco che salta Felipe ma il suo tiro di destro è potente ma non preciso. Palla alta.

110′ – Chiusura decisiva di Florenzi sull’ennesimo cross di un’inesauribile Marega.

109′ – DZEKO! Colpo di testa del bosniaco su angolo di Kolarov ma palla che termina a lato.

107′ – Grande lavoro di Zaniolo, nonostante la stanchezza, conquistandosi un buon corner.

105′ – Via alla mini-ripresa.

Primo tempo supplementare

HT – Primo tempo che vola via: ancora 2-1 per il Porto. Si decide tutto nell’ultimo quarto d’ora, altrimenti saranno rigori.

105′ – Azione di rimessa della Roma con un tocco di Schick non preciso verso Florenzi ma il 24 giallorosso riesce a guadagnare metri in attacco. Intanto un minuto di recupero.

103′ – Vola in area di rigore Fernando sul cross di Marega e dopo un contatto con Manolas. Cakir lo ignora mentre esce Militao, dentro Maxi Pereira.

101′ – Accusa crampi anche Zaniolo che resiste mentre il Porto sta per giocarsi anche il quarto ed ultimo cambio.

100′ – Torna alla carica il Porto con un calcio d’angolo insidioso ma la Roma difende bene e chiude tutto Olsen, uscendo in presa alta.

99′ – In netta difficoltà anche N’Zonzi che perde continuamente duelli a centrocampo, rischiando anche il giallo. Ma Cakir lo grazia.

96′ – Sfortuna nera per la Roma: si fa male anche Pellegrini, che esce e viene sostituito da Schick. Roma che chiude col 4-4-2.

94′ – MAREGA! Gran girata del centravanti maliano sul cross di Telles ma il tiro termina alto sopra la traversa. Brivido forte per la Roma.

93′ – Terzo cambio nel Porto: fuori Otavio, dentro Hernani.

92′ – Subito una discesa pericolosa di Fernando, praticamente l’ultimo entrato della partita, ma ci pensa Juan Jesus a salvare. Dall’altra parte, Dzeko si fa fermare dal duo Militao-Felipe.

91′ – Iniziati i 30 minuti supplementari. Nessun cambio, ricordiamo che è possibile effettuare il quarto cambio. Il Porto ha anche un altro cambio.

Secondo tempo

FT – Tempo scaduto, si va ai supplementari: 2-1 per il Porto dopo 90′. Si deciderà tutto nei prossimi 30 minuti, oppure si andrà ai tiri dal dischetto.

92′ – Roma in attacco per cercare di eviatare i supplementari. I giallorossi provano ad attaccare.

90′ – Centra la barriera Kolarov: boato del pubblico di casa che ha tremato per diversi secondi. 3 minuti di recupero.

89′ – Contropiede improvviso della Roma con Dzeko che conquista un importante calcio di punizione quasi al limite dell’area. Occasione importante.

86′ – Altra uscita importante di Olsen che questa volta subisce anche fallo. Prova a respirare la Roma, ma i supplementari si avvicinano.

83′ – RISCHIA LA ROMA! Prateria per Otavio che vede la porta e ci prova dal limite dell’area di rigore ma il suo tiro vede la respinta attenta di Olsen.

82′ – PEROTTI SI DIVORA IL 2-2! Follia di Pepe che regala il pallone all’argentino che salta l’avversario ma calcia malissimo con Pellegrini e Zaniolo liberi. Una furia Di Francesco in panchina.

81′ – Duro intervento di Pellegrini ai danni di Telles: giallo per il numero 7.

80′ – 10 minuti più recupero al termine. Porto ancora avanti e si avvicinano anche i supplementari. Spingono i portoghesi che vogliono il terzo gol.

77′ – BRAHIMI VICINO AL TRIS! Scucchiaiata di Otavio per il neo-entrato che batte al volo ma trova la deviazione decisiva di Olsen a salvare la Roma. Intanto cambio nei Dragoes: fuori Tiquinho, dentro Fernando.

76′ – Ecco il cambio: non ce la fa Marcano, dentro Cristante. 4-3-3 in questo finale per la Roma.

74′ – Brivido targato Manolas: su un cross di Telles, colpisce male il difensore greco che rischia l’autogol. Palla soltanto in calcio d’angolo, mentre si prepara Cristante.

72′ – Prova ad attaccare la Roma: corner battuto da Kolarov, palla allontanata dove c’è Zaniolo che arma il destro ma il tiro è sbilenco e termina fuori. Intanto crampi per Marcano.

71′ – Altro cross di un ottimo Perotti per la testa di Dzeko, che sovrasta Telles ma non centra lo specchio della porta.

69′ – Cambio Porto: fuori Corona, il migliore in campo, dentro Brahimi.

67′ – Dzeko forse eccede un po’ con l’egoismo: sinistro dalla distanza che termina largo con Perotti che reclamava palla.

65′ – FELIPE! Corner di Herrera per la schiacciata di testa del difensore centrale ma termina alta la sfera, sopra la traversa di Olsen.

63′ – Prima azione vera della Roma della ripresa: buon lavoro di Dzeko, verticalizzazione di Pellegrini per Zaniolo che tiene a bada Pepe e crossa al centro ma il numero 9 giallorosso viene anticipato da Felipe.

60′ – Gioco molto spezzettato: il match si sta incattivendo, soprattutto dopo l’ultimo episodio che ha visto protagonisti Dzeko e Pepe.

57′ – Attenzione, termina a terra Dzeko dopo un contatto testa a testa con Pepe. Si accende un piccolo parapiglia. Vengono ammoniti entrambi.

55′ – Viene ammonito Karsdorp per un fallo in precedenza su Corona. Proprio l’olandese lascia il campo, al suo posto Florenzi.

53′ – MAREGA, 2-1 PORTO! Corona si beve per l’ennesima volta Karsdorp, cross al centro per il centravanti che, perso da Kolarov e Marcano, batte col piattone Olsen. Con questo risultato si andrebbe ai supplementari.

51′ – OLSEN SALVA! Altra ripartenza del Porto con Tiquinho che manda in porta Marega che calcia in diagonale e la deviazione dello svedese è provvidenziale a salvare il risultato.

49′ – JESUS CORONA! Cross dalla destra di Militao, spizzata di Marega che inganna la difesa della Roma e sfera che arriva al messicano che schiaccia di testa ma non inquadra la porta. Che brivido per la Roma.

46′ – Inizia la ripresa, senza cambi da una parte e dall’altra. Da segnalare l’intenso riscaldamento di Pellegrini, entrato praticamente senza allenamento nei secondi finali del primo tempo.

Primo tempo

HT – Ecco il cambio: dentro Lorenzo Pellegrini. Per De Rossi problema al polpaccio. Intanto arriva anche il duplice fischio di Cakir: 1-1 tra Porto e Roma al termine del primo tempo.

48′ – Si toglie la fascia De Rossi: finisce anzitempo la sua partita. Roma in 10 in questo finale, dovrebbe entrare Pellegrini ma potrebbe rimandare l’ingresso al secondo tempo, visto che è già scaduto il recupero.

47′ – Attenzione, problema per De Rossi. Intanto Cakir ammonisce Danilo Pereira per proteste. Il capitano giallorosso si è accasciato a terra all’improvviso e sembra non poter continuare. Brutta tegola per i giallorossi.

45′ – OLSEN VOLA SU HERRERA! Azione prolungata del Porto con Karsdorp che riesce ad anticipare Corona ma sulla respinta arriva il Capitano che prova il destro dal limite ma è ottima la risposta del portiere svedese in tuffo.

42′ – Continua la furia di Corona ai danni del malcapitato Karsdorp: questa volta il messicano non riesce a trovare compagni al centro e si salva la difesa della Roma.

39′ – Piccolo screzio tra Telles e De Rossi dopo il gol del pari per via dell’esultanza del centrocampista giallorosso. Ma tutto chiarito, visto che il numero 16 era andato sotto il settore occupato dai tifosi ospiti.

37′ – IL PAREGGIO DELLA ROMA, DANIELE DE ROSSI! Rigore perfetto del Capitano giallorosso che spiazza nettamente Casillas, mettendo il pallone alla sua destra. Gol importantissimo che rimette la squadra di Di Francesco avanti.

35′ – CALCIO DI RIGORE PER LA ROMA! Fallo nettissimo di Eder Militao ai danni di Perotti, appena entrato in area di rigore. Il Var controlla ma non ci sono dubbi. C’è già De Rossi dal dischetto.

32′ – Duello in velocità tra Eder Militao e Zaniolo, vinto dal terzino del Porto che conquista anche un calcio di punizione. Ovazione del pubblico, Roma in difficoltà.

30′ – DZEKO! Ci prova il bosniaco a sfruttare un bel cross di Perotti dalla sinistra ma il suo tiro viene respinto in corner da Marega.

28′ – Adesso il Porto sarebbe qualificato, visto il gol segnato da Adrian Lopez all’andata. La Roma deve reagire e trovare almeno un gol.

26′ – TIQUINHO SOARES, VANTAGGIO PORTO! Clamoroso errore di Manolas che si fa scippare palla da Marega e fa ripartire il contropiede. Jesus Corona regala un cioccolatino da scartare sottoporta per il brasiliano, che segna l’1-0. Anche il VAR conferma.

25′ – Resta a terra Otavio per una presunta manata di Kolarov. Cakir non ravvede irregolarità e fa bene perché il giocatore del Porto accentua la caduta.

22 – Jesus Corona era assente all’andata per squalifica e fino ad ora si è vista la differenza con lui in campo. Il messicano sta facendo ammattire Karsdorp e chi lo raddoppia di turno, Zaniolo e De Rossi.

20′ – ANCORA CORONA! Il messicano prova ad impensierire Olsen da fuori ma ancora una volta il tiro è impreciso e termina alto.

18′ – Azione da fermo per la Roma che conquista due calci d’angolo consecutivi e prova a frenare il ritmo del Porto.

17′ – Herrera entra duro su Kolarov: giallo anche per il capitano del Porto.

15′ – Zaniolo strattona reiteratamente Torres: giallo per il numero 22.

12′ – Primo spezzone di gara che vede il Porto che preme per cercare l’immediato vantaggio. La Roma soffre tantissimo sulla destra con Karsdorp e Zaniolo che faticano contro Jesus Corona. Intanto ci prova Pereira ma il suo tiro dalla distanza termina alto.

10′ – TELLES, PORTO AD UN PASSO DALL’1-0! Corona salta facile Karsdorp e Zaniolo ma il suo tiro è ribattuto da Manolas. Il pallone però arriva all’ex-Inter che calcia ma non trova la porta per centimetri.

8′ – Ritmi altissimi e non c’è ancora un attimo di pausa: Dzeko lavora bene il pallone, serve Karsdorp che verticalizza subito per Zaniolo, il quale però viene anticipato dall’uscita tempestiva di Casillas con i piedi.

7′ – Brivido Olsen: Corona scappa sulla destra e dopo uno scontro con Kolarov, la palla termina ad Eder Militao che mette al centro dove Olsen blocca in maniera difettosa ma per sua fortuna riesce a trattenere il pallone.

5′ – Potenziale palla gol per la Roma: Perotti ruba un buon pallone a Eder Militao e riparte in contropiede ma l’argentino calibra male la velocità per l’assist a Dzeko e Pepe chiude tutto prima che sia troppo tardi.

3′ – CORONA! Corner di Telles dalla sinistra, palla che viene respinta e termina sui piedi del numero 17 che calcia al volo ma il tiro non si abbassa a sufficienza e finisce sopra la traversa di Olsen. Grande avvio dei Dragoes.

2′ – Da una punizione di Kolarov nasce un contropiede per il Porto ma la Roma si difende bene ed allontana il pericolo con Marcano, il grande ex della partita.

1′ – Iniziata la partita con il primo attacco affidato alla Roma.

Prepartita

20:57 – “Gladiatores!” questo il grido di battaglia dei tifosi portoghesi. Intanto risuona l’inno della Champions League. 2500 tifosi della Roma presenti allo stadio.

20:55 – Ormai ci siamo: a breve la scesa in campo delle due squadre. Grande coreografia dei tifosi del Porto per incoraggiare i propri beniamini a compiere l’impresa e ribaltare il risultato.

20:40 – Meno di 20 minuti all’inizio del match. Intanto, intervistato da RaiSport, Francesco Totti ha parlato della Roma e non solo: “Si è parlato più di altro che della partita di stasera, che è troppo importante per noi, società, mister e calciatore. Dobbiamo essere tutti uniti per raggiungere l’obiettivo, c’è da cancellare anche il Derby di sabato“.

20:15 – Sorprende Eusebio Di Francesco: 3-4-3 con Jesus e Marcano insieme a Manolas. Fuori Florenzi e Pellegrini per far spazio a Karsdorp e N’Zonzi mentre in attacco c’è Perotti e non El Shaarawy. Nel Porto invece 4-3-3 con Tiquinho Soares al posto di Brahimi.

Leggi anche