Liverpool: tutti in ginocchio per ricordare George Floyd



Foto: Instagram Alisson Becker

Anche il Liverpool si unisce alla solidarietà nei confronti di George Floyd. Durante l’allenamento, tutti i giocatori dei Reds si sono inginocchiati a testa bassa

I Campioni d’Europa in carica omaggiano George Floyd. Grandissimo gesto di solidarietà dei giocatori del Liverpool, che durante la sessione d’allenamento odierna, si sono inginocchiati con la testa bassa, una posizione che è diventato un simbolo del movimento “Black Lives Matter”, che si batte per i diritti della comunità afromericana.

In pochi minuti l’immagine ha fatto il giro del mondo, ed è stata condivisa da tutti i giocatori dei Reds tramite i propri profili social. Quello del Liverpool non è però l’unico gesto di solidarietà che si è visto negli ultimi giorni.

Ieri, nei match della Bundesliga, anche i giocatori Thuram, Sancho e Hakimi si sono uniti per omaggiare Floyd. L’attaccante del Moenchengladbach si è inginocchiato a terra dopo aver segnato una rete, mentre Sancho si è tolto la maglietta mostrandone un’altra con la scritta “Justice For George Floyd”.

Negli Usa, mentre proseguono gli scontri, sono scese in campo le stelle della Nba, sia del passato che del presente. Il primo a condannare il gesto del poliziotto che ha tolto la vita a Floyd è stato Lebron James, seguito poi da Steve Kerr e da altri giocatori. Ieri invece sono arrivate le parole di Michael Jordan e di Kareem Abdul-Jabbar.

Leggi anche