Locri, reddito di cittadinanza a finti poveri: scoperti in 237 dalla Finanza



locri reddito di cittadinanza
Foto dal sito Pixabay

Locri: proprietari di auto di lusso, ville e appartamenti di pregio con reddito di cittadinanza. Scoperti dalla finanza ben 237 persone

Scoperti ben 237 ”furbetti” a Locri (Reggio Calabria) dalla Guardia di Finanza. Proprietari di case di lusso, ville e auto sportive quali una Ferrari che però, ormai da mesi, erano beneficiari del reddito di cittadinanza.

La Finanza è arrivata a scoprire questa truffa allo stato costata già 900mila euro, attraverso dei controlli sui ”falsi braccianti” agricoli, fenomeno molto comune non solo a Reggio Calabria ma in molte regioni italiane. I finanzieri hanno così trovato intere famiglie facenti parte della ‘ndrangheta, molti arrestati o sotto processo, e persone che per ricevere il reddito hanno estromesso nella domanda familiari con reddito troppo alto.

I trasgressori dovranno adesso restituire quanto ricevuto dallo stato e, in più, sono stati denunciati 73 detentori di Dsu irregolari. Il Dsu (Dichiarazione sostitutiva unica) è il documento che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare.

Cos’è il reddito di cittadinanza

Il reddito è un‘erogazione monetaria, a intervallo di tempo regolare, distribuita a tutte le persone dotate di cittadinanza e di residenza, cumulabile con altri redditi indipendentemente dall’attività lavorativa effettuata o non effettuata (dunque viene erogata sia ai lavoratori sia ai disoccupati), dal sesso, dal credo religioso e dalla posizione sociale.

Leggi anche