Inter-Spezia
Twitter @inter

Lukaku sta lavorando duro per rientrare il prima possibile. Facciamo il punto sull’infortunio al quadricipite dell’attaccante belga

Allenamento differenziato per Romelu Lukaku. Le informazioni che trapelano dalla Pinetina lasciano ben sperare i tifosi nerazzurri. L’attaccante belga è stato costretto a lasciare il campo al 75′ di Inter-Crotone per una brutta contrattura al quadricipite della coscia destra.

Stringe i denti, Romelu. L’attaccante vuole a tutti i costi continuare ad essere protagonista nell’Inter e in Serie A. Si allena a parte, quindi, in attesa di sapere l’esito della risonanza magnetica alla quale si sottoporrà nella giornata di martedì.

La certezza sulle sue condizioni, quindi, si avrà solo all’esito dei suddetti esami strumentali, ma secondo quanto filtra dall’ambiente nerazzurro l’infortunio non dovrebbe essere grave. In caso di esito positivo dell’esame Lukaku potrebbe anche già prendere parte alla trasferta di Genova contro dal Sampdoria di mercoledì alle ore 15, magari entrando a partita in corso.

La buona notizia è che la preventiva uscita dal campo dell’attaccante nerazzurro pare essere avvenuta giusto in tempo. Ottima mossa, quindi, da parte di Lukaku che ha chiesto il cambio e di Antonio Conte che ha prontamente risposto alla richiesta del belga.

Le soluzioni

La domanda, però, sorge spontanea: “E se Lukaku non ce la fa?”
Le frecce dell’arco di Antonio Conte sono numerose e tutte sicuramente valide. La prima soluzione sembra essere il ritorno di Alexis Sanchez in campo dal primo minuto. Il cileno, però, è reduce da un brutto problema all’adduttore e non è ancora al 100%.


La seconda soluzione è Ivan Perisic, subentrato proprio a Lukaku nella sfida con il Crotone. Sebbene il croato pare aver perso posizioni nelle gerarchie nerazzurre, potrebbe sfruttare l’occasione per mettersi in luce e ritagliarsi un posto anche nei futuri impegni di campionato.