Manchester Utd-Roma 6-2: l’illusione, la sfortuna ed il tennistico tracollo

VarieManchester Utd-Roma 6-2: l'illusione, la sfortuna ed il tennistico tracollo

Ad Old Trafford, l’andata della semifinale di Europa League tra Manchester United-Roma finisce 6-2. I Red Devils umiliano i giallorossi nella ripresa ed ipotecano Danzica

La Roma di Fonseca dura un tempo ad Old Trafford, cedendo poi il passo a sfortuna (tre infortuni nel primo tempo) ed un Manchester United che esprime tutta la qualità del suo reparto avanzato. I ragazzi di Solskjaer ribaltano la partita nel secondo tempo chiudendo sul tennistico punteggio di 6-2, mettendo praticamente già le valigie sull’aereo per andare a Danzica.

La partita

Neanche il tempo di mettersi bene in campo che Fonseca deve fare subito il primo cambio: Veretout accusa un problema fisico e deve far posto a Villar dopo praticamente 5 minuti. I giallorossi sembrano accusare il colpo e lo United passa al 9′ con una grande azione sull’asse Pogba-Cavani-Bruno Fernandes con quest’ultimo che colpisce con un tocco sotto a superare Pau Lopez e trovare l’1-0. I giallorossi però non si disuniscono e dopo 6 minuti trovano il pareggio con un rigore fischiato da Del Cerro Grande per un tocco di mano in area di rigore di Pogba. Dal dischetto Pellegrini batte De Gea e riequilibra il punteggio.

Ma l’ecatombe degli infortuni per i giallorossi non finisce qui: al 28′ Pau Lopez smanaccia con i pugni un tiro di Pogba e nel ricadere accusa una piccola lussazione alla spalla e deve cedere il posto a Mirante. La partita – seppur spezzata – va avanti ed al 34′ la Roma trova inaspettatamente il gol del sorpasso: Mkhitaryan illumina per Pellegrini dentro l’area di rigore ed il numero 7 serve Dzeko, il quale da due passi, con molta fortuna, riesce a spingere il pallone in fondo alla rete.

Ma la seconda gioia della Roma dura poco perché anche Spinazzola alza bandiera bianca ed al suo posto entra Bruno Peres, con Fonseca che esaurisce i tre slot al 37′. L’obiettivo dei giallorossi diventa dunque arrivare in 11 ed avanti nel punteggio all’intervallo ma Ibanez combina una follia nel recupero, graziato poi da Cavani che prima centra Mirante e poi Smalling sul secondo tentativo. Finisce così una folle prima frazione.

Ripresa: Cavani fa subito pari, poi il tracollo

Fonseca non fa ulteriori cambi nell’intervallo e la Roma entra in campo con l’intento di rischiare poco e gestire il vantaggio. Ma non praticamente in tempo perché lo United trova il 2-2 dopo 3′ con Cavani che insacca su un’azione di contropiede nata da un’uscita sbagliata a centrocampo da parte dei giallorossi, puniti da un destro imparabile all’incrocio dei pali da dentro l’area di rigore.

I ragazzi di Solskjaer vogliono vincere la partita e la Roma in altre due circostanze prima con Cavani (tiro alto sopra la traversa) e poi viene salvata due volte da Ibanez in chiusura. Dall’altra parte la Roma ha una grandissima chance con Pellegrini messo in porta da Karsdorp ma il capitano giallorosso preferisce l’assist a Dzeko e non trova la misura giusta, vedendo sfumare la chance del possibile 2-3.

Poi però i giallorossi crollano e spariscono lentamente dal campo e nel finale prendono ben quattro gol che fanno male nell’ottica della sfida andata-ritorno. Cavani al 64′ fa doppietta sfruttando una respinta corta di Mirante (non irreprensibile nella circostanza) sul tiro di Wan-Bissaka. Poi al 71′ Del Cerro Grande fischia un rigore anche ai Red Devils per un presunto fallo di Smalling sul Matador: dal dischetto Bruno Fernandes non sbaglia ed è 4-2. I giallorossi non ci sono più e subiscono anche il quinto gol con Pogba al 76‘. A chiudere il set ci pensa Greenwood all’87’ superando un Mirante non irreprensibile anche in questa circostanza. Finisce così: il Manchester mette l’ipoteca per Danzica.

Il tabellino

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw; McTominay, Fred (83′ Matic); Rashford (76′ Greenwood), Bruno Fernandes (89′ Mata), Pogba; Cavani. All.: Ole Gunnar Solskjaer.

Roma (3-4-2-1): Lopez (28′ Mirante); Smalling, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Diawara, Veretout (5′ Villar), Spinazzola (37′ Bruno Peres); Mkhitaryan, Pellegrini; Dzeko. All.: Paulo Fonseca.

Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna)

Marcatori: 9′ e 71′ rig. Bruno Fernandes (MU), 15′ rig. Pellegrini, 34′ Dzeko, 49′ e 64′ Cavani (MU), 76′ Pogba (MU), 86′ Greennwood (MU).
Ammoniti: Villar, Pogba (MU), Smalling

Nando Armenantehttp://www.facebook.com/Nando.Armenante8
24 anni da Cava de' Tirreni, studente presso la facoltà di Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Salerno, indirizzo Editoria. Porto avanti la passione ed il sogno di diventare giornalista, in particolare scrivendo di sport (di calcio in particolar modo) ma anche di attualità, su tutto ciò che accade nella città in cui vivo e sull'intero territorio.

Covid-19

Italia
78,484
Totale di casi attivi
Updated on 29 July 2021 - 23:02 23:02