mandzukic
Foto: Twitter Milan

Mandzukic ha ufficializzato l’addio al Milan. L’attaccante croato lascia dopo aver (non) giocato 6 mesi a causa di problemi fisici

Mario Mandzukic dice addio al Milan. Dopo il suo arrivo a gennaio con un contratto di sei mesi, il centravanti ha reso noto attraverso il suo profilo Instagram che non rinnoverà il contratto. Nella didascalia del post si legge: “Sono grato alla direzione del club per avermi dato questa opportunità, allo staff tecnico per il loro lavoro dedicato e ai miei compagni di squadra che non sono solo ottimi giocatori ma un grande gruppo di ragazzi. Sono felice che siamo riusciti a riportare questo fantastico club in Champions. Auguro a tutti nel club solo il meglio per il futuro“.

Potrebbe interessarti:

In realtà il contratto dell’attaccante croato prevedeva un’opzione per proseguire con il club rossonero un’altra stagione in caso di Champions, ma non è stata esercitata. Mandzukic saluta i Diavoli dopo aver collezionato da gennaio undici presenze, di cui soltanto due da titolare (una in campionato e una in Europa League). Il croato ha quindi giocato in totale 287 minuti, senza provare però la gioia del goal con la maglia rossonera.

L’idea del Milan era che Mandzukic sarebbe stato il vice Ibra oppure addirittura un compagno di reparto dello svedese. Tuttavia i problemi fisici lo hanno tormentato per l’intera esperienza in territorio meneghino. Di lui resta sicuramente e soprattutto il generoso gesto di devolvere a Fondazione Milan lo stipendio di marzo (il suo ingaggio semestrale era di 1,8 milioni netti), percepito senza giocare a causa di un infortunio.

Letture Consigliate