Manovra economica: Moscovici la chiede realistica e pragmatica



Pierre Moscovici Ciocca

Il Commissario Europeo agli Affari Economici, Pierre Moscovici, ha affermato di sperare in una manovra pragmatica da parte del Parlamento Italiano

La manovra economica che dovrà presto essere preparata dal Governo e discussa dal Parlamento è uno snodo cruciale per la maggioranza di Giuseppe Conte. Non soltanto perché sarà il primissimo atto del governo, che dal suo insediamento non ha ancora iniziato a discutere riforme o interventi di altro tipo, ma anche perché la manovra è da sempre foriera di divisioni all’interno delle maggioranze.

In particolar modo, l’attuale Governo è composto da forze che in campagna elettorale hanno detto più volte di non voler rispettare i vincoli europei, a cui la manovra dovrebbe attenersi. Nelle ultime settimane, però,i vari esponenti della maggioranza hanno rilasciato dichiarazioni via via più rispettose dei vincoli europei, fino ad arrivare alla rassicurazione che la prossima manovra avverrà nel rispetto e nella continuità con quelle precedenti.

Sembrerebbe dunque il secondo ripensamento in una settimana, dopo quello sui vaccini. Per consolidare la nuova posizione della maggioranza,oggi è intervenuto anche Pierre Moscovici, Commissario Europeo agli Affari Economici. Voglio credere che realismo e pragmatismo si affermeranno“, ha infatti dichiarato l’esponente della Commissione Europea. Il riferimento al realismo e al pragmatismo, dunque, sembra essere un invito a non assecondare promesse irrealizzabili che, in ultima istanza, porrebbero l’Italia in una pessima situazione economica e la isolerebbero a livello europeo.

Moscovici ha poi continuato dicendo che l’Italia ha bisogno di “un bilancio che consenta di ridurre il suo debito pubblico perché se vuoi investire in Italia ci vuole meno debito e più capacità d’investimento“. Per cui, il Commissario ha sottolineato la necessità di “finanze pubbliche serie“. Ha rigettato l’accusa di essere per l’austerità, sostenendo invece di voler semplicemente un percorso maturo e serio per l’Italia:Sono contro l’austerità ma austerità è una cosa, mancanza di serietà un’altra.

Leggi anche