Manovra, Salvini incontra i sindacati al Viminale

Salvini Genova
Screenshot da video YT canale ufficiale Matteo Salvini

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha avuto un confronto con sindacati e associazioni. La prossima Legge di Bilancio si avvicina

Conte è stato preso in contropiede. A sua insaputa, il leader della Lega, Matteo Salvini, ha organizzato un meeting al Viminale con le parti sociali. Al ministero, si sono riversate ben 43 sigle tra sindacati associazioni datoriali. Il tutto in vista della stesura della prossima Legge di Bilancio, appuntamento caldo dell’autunno del Governo giallo-verde. L’ultima mossa del leader leghista ha sorpreso tutti, perfino il premier Giuseppe Conte, che non si aspettava la convocazione. Nel meeting si è parlato di riduzione della tassazione, di pace fiscale e delle necessità-priorità di far partire i cantieri.

L’altro obiettivo principe di Matteo Salvini è quello di semplificare la macchina burocratica.
Vogliamo che la Manovra economica sia molto anticipata, vogliamo definirne i punti tra luglio e agosto e vogliamo raccogliere i vostri suggerimenti. È l’inizio di un percorso, non vogliamo sostituirci al premier.” ha rassicurato il vicepremier.

Un nuovo incontro tra il numero uno del Carroccio, i suoi collaboratori al Dicastero e le Parti Sociali potrebbe essere fissato entro la fine di luglio o comunque entro la fine dell’estate. Intanto, però, il premier non si sente molto a suo agio, data la situazione alquanto singolare che sta vivendo.

Quest’ultimo, infatti, è quasi ostacolato, praticamente oscurato, oltre che praticamente scavalcato delle sue funzioni. Naturalmente, il pentastellato non l’ha presa assolutamente bene. Anzi, si è risentito del comportamento del collega.
Se oggi qualcuno pensa che non solo si raccolgono istanze da parte delle parti sociali ma anticipa dettagli di quella che ritiene che debba essere la manovra economica, si entra sul terreno della scorrettezza istituzionale.” ha dichiarato.

Salvini è avvisato.