Maradona

Paula Dapena non ha osservato il minuto di silenzio dedicato a Maradona. La calciatrice si è girata di spalle e si è seduta: “Non voglio ricordarlo”

Nel mondo del calcio c’è molto spazio per la retorica, anche con la morte di Maradona di mezzo. La calciatrice del Viajes Interrias FF, Paula Dapena, ha deciso di non osservare il minuto di silenzio in onore dell’argentino per protesta. Si è accovacciata e girata di spalle, differenziandosi dalla sue compagne di squadra e avversarie.

Potrebbe interessarti:

Paula ha spiegato il motivo della protesta a Marca: “Già prima di entrare in campo, avevo comunicato alle mie compagne come mi sarei comportata. La data della morte di Maradona coincide con quella della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: non mi sembra che sia stato osservato un minuto di silenzio per tutte le vittime di queste violenzeSe non meritano un minuto di silenzio loro, allora io non sono disposta a osservarlo per ricordare un violentatore“.

Parole molto forti accompagnate da una chiosa finale altrettanto amara: “Per essere un grande calciatore, prima che di grandi qualità tecniche, che a lui non mancavano di certo, devi essere una brava persona e avere dei valori e dei principi sani“.

 

Letture Consigliate