Maratona di Sant’Antonio Abate, XIV edizione

VarieMaratona di Sant'Antonio Abate, XIV edizione

Il forte temporale, abbattutosi il 18 gennaio sulla città, non ha ostacolato il grande successo che ha riscosso la quattordicesima Maratona di Sant’Antonio Abate

[ads1]

Appuntamento questo che è diventato ormai fisso da quattordici anni e che viene svolto unitamente ai festeggiamenti per il Santo patrono, nell’ambito della fiera campionaria, dal 17 al 25 gennaio.

Il percorso cittadino di dieci chilometri ha visto la partecipazione di oltre 1300 atleti che hanno dato vita a un emozionante spettacolo che ha dovuto combattere anche contro le più proibitive condizioni meteo, che ha accompagnato tutto lo svolgimento della manifestazione.

maratona
Il Presidente Coppola con il 1° classificato: Jouaher Samir.

Patrocinata dal Comune di Sant’Antonio Abate, dalla Provincia e dalla Regione Campania, la XIV Maratona di Sant’Antonio Abate ha avuto come partners principali le Associazioni sportive locali come: l’A.D.S. Antoniana Runners Club, la Libertas Antoniana e il Team D’Aniello.

Partenza dalla centrale Piazza Libertà per via Roma, per via Varone e via Buonconsiglio per completare i primi cinque chilometri e poi secondo giro con arrivo in discesa su via De Luca, davanti alla Casa Comunale.

 

maratona
Laaraichi Siham, prima delle donne, a metà percorso.

Il vincitore, Jouaher Samir, della podistica il Laghetto, ha coperto il percorso in 30:22. Per il secondo e il terzo, i napoletani Paolo Ciappa e Soprano Giuseppe, i seguenti tempi 30:35 e 30:49.

La prima delle donne è risultata Laaraichi Siham con l’eccezionale tempo di 35:07, anche lei, come il vincitore maschile, appartenente alla squadra podistica Il Laghetto. Le sorelle Palomba della podistica Centro Ester di Napoli, seconda e terza alle spalle della magrebina Siham. La prima, Francesca, con il tempo personale di 37:58; la seconda  Filomena, quasi con un minuto di ritardo, il suo personale 38:45.

maratona
Premiazione Donne.

Squadre provenienti da tutta Italia hanno dato più prestigio alla corsa che ha avuto tempi importanti di percorrenza.

Oltre alle squadre vincitrici della Podistica Il Laghetto e Centro Ester, nei primi cinquanta posti importanti risultati delle squadre che ogni mattina attraversano il territorio abatese per tenere sempre alto il livello di preparazione.

 

[ads1]

maratona
Jouaher Samir ai 5.000 metri già in testa.

Per esigenza di spazio citiamo solo i primi di ogni squadra: terzo posto per Giuseppe Soprano della Mov. Sportivo Bartolo Longo (t. 30:49); sedicesimo posto per Marco Russo della Naikaios Club Granano (t. 34:00); ventiduesimo Gaetano Dentato della Walk Run M.C. Stabiae (t.34:31); quarantunesimo Giuseppe Olimpo dell’Antoniana Ermes ( t. 35:31); quarantaduesimo Antonio D’Ambrosio dell’Atletica Scafati (t. 35:32); e, infine, il quarantaseesimo, il presidente della UISP-Angri Runner Club, Aniello Cannavacciuolo con il personale 35:43.

 

maratona
Il presidente Cannavacciolo al passaggio dei 5.000 .

Subito dopo la corsa, la premiazione nella palestra Comunale alla presenza del primo cittadino, dott. Antonio Varone, il Presidente di tutti gli avvenimenti sportivi Abatesi della Libertas Abatese, dott. Carlo Antonio Coppola, e il coordinatore  della maratona, Gigino D’Aniello del Team D’Aniello.

Premi di valore rilevante nelle prime tre postazioni, sia maschili che femminili, e premi in natura per le altre quarantasette postazioni a seguire. Cesti ricolmi di prodotti Tipici del territorio ai piedi dei Monti Lattari.

Grande successo e grande soddisfazione per tutti, unica lacuna, da migliorare sicuramente in futuro, è stata riscontrata da parte della cittadinanza in merito all’aspetto igienico tenuto dagli oltre milletrecento atleti partecipanti.

Infatti il numero dei servizi igienici mobili non era adeguato al numero degli atleti e del pubblico che ha assistito, a questa quattordicesima maratona Abatese.

[ads2]

Pasquale D'Aniellohttp://zon.it
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Covid-19

Italia
101,046
Totale di casi attivi
Updated on 6 August 2021 - 02:14 02:14