Marco Masini ritorna a Sanremo con il brano Che giorno è, un inno alla vita

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Con cinque anni di assenza dal palco dell’Ariston, Marco Masini, torna a concorrere al festival di Sanremo. La settima volta per il cantante fiorentino che debuttò nel 1990 trionfando nella categoria nuove proposte con il brano “Disperato” e nel 2004, questa volta nella categoria dei Big, con il Brano “L’uomo volante”.

Quest’anno per la kermesse canora ci presenta un brano dal titolo “Che giorno è”. Un brano molto riflessivo e con un testo tra i più maturi del festival di Sanremo. Ci parla di sensazioni, di paure, di dubbi che sorgono in una relazione che dura nel tempo. Canta di momenti in cui ci si annoia anche di se stessi, della difficoltà di reagire, del lasciarsi alle spalle la negatività che emerge insieme al dubbio quando perdiamo fiducia di chi ci sta intorno.

Che giorno è
Ti stai annoiando di te
Che parli cinicamente
Niente vale niente
Ti vedo ma sei assente
Quasi trasparente
Dimmi che giorno è
Ti stai stufando anche te
Di non avere un posto
Un sogno che è rimasto
E non sentire il gusto
Del sole a ferragosto
E no così non va
Non stiamo mica giocando
Con questa eternità… l’eternità

Marco MasiniRialzarsi e reagire, “raccogliere i cocci” e ricominciare a ricostruire perché forse vale la pena vivere.

Vivere cadere vivere e rialzarsi vivere
Ricominciare
Come la prima volta
Dimmi che adesso t’importa
E smettila di smettere
Vivere ed amarsi vivere e lasciarsi vivere e
Riconquistarsi
Come l’ultima volta
In questa vita che ha fretta
Di vivere che giorno è
Che giorno è
Se ti accontenti di te
Se resti ancora a ieri
A tutti quei desideri
Pensieri con lei ali
Ma sempre e solo da domani
E invece è tutto qua… è qua
E’ come un appuntamento
Con la casualità
Vivere cadere vivere e rialzarsi vivere
Ricominciare
Come la prima volta
Dimmi che adesso t’importa
E smettila di smettere
Vivere ed amarsi vivere e lasciarsi vivere riconquistarsi
Come l’ultima volta
In questa vita che ha fretta
Di vivere che giorno è
Che giorno è
Dimmi che è il giorno perfetto, sì
Per ritrovarci già, trovarti qua
E riniziare a vivere…
Io e te…
Vivere ed amarsi vivere e lasciarsi vivere riconquistarsi
Come l’ultima volta
In questa vita che ha fretta
Riapriamo ancora una porta
E raddrizziamo la rotta
Per vivere che giorno è

Un testo interessante pregno di amore per la vita che racconta anche della consapevolezza di quando si cresce e si cambia. Di quando le paure e le debolezze della gioventù si trasformano in forza e convinzione. Un inno alla vita che non vale la pena di consumare nel dubbio e nell’incertezza. Un messaggio forte è quello di ‘vivere al massimo il presente’ con la consapevolezza di rendere possibile ciò che credevamo impossibile.

[ads2]

Letture Consigliate