Amici di Maria De Filippi
Immagine dalla trasmissione Amici Celebrities

Maria De Filippi, ospite a Verissimo, racconta uno dei momenti più dolorosi del suo 2020: la telefonata a Gerry Scotti, positivo al Covid

Maria De Filippi, ospite nel salotto di Verissimo per la puntata del 26 dicembre, si è lasciata andare ad un’intervista fiume.

Potrebbe interessarti:

La conduttrice Mediaset ha raccontato a Silvia Toffanin uno dei momenti peggiori del suo 2020: la telefonata a Gerry Scotti, risultato positivo al Coronavirus. “Lui lo ha saputo mentre stavamo registrando una puntata – ha svelato in riferimento a Tu sì que vales – inizialmente stava bene, poi il virus ha preso un po’ di spazio. Qualche giorno dopo ho chiamato Gerry e ho sentito che nella sua voce qualcosa era cambiato, in quel momento non ho avuto il coraggio di chiedergli cosa stesse succedendo. Ho capito che c’era qualcosa che non andava e così ho iniziato a scrivergli perché forse era più facile, l‘ho sentito molto spaventato“.

Poi, l’epilogo che tutti speravano: “Fortunatamente Scotti è riuscito a sconfiggere la malattia e a tornare in tempo per la finale del programma. Ero molto felice quando è tornato – ha dichiarato Maria – l’ho trovato magro e bello come il sole e anche lui era felice di poter tornare finalmente a lavorare“.

La scelta di adottare Gabriele

Nel corso dell’intervista, la De Filippi ha parlato anche di suo figlio: “Quando è arrivato Gabriele in famiglia avevo paura di non piacergli“. A proposito dell’adozione, la conduttrice ha dichiarato: “l’adozione è una scelta molto precisa: non scegli solo tu di diventare madre, sceglie anche tuo figlio di averti come madre”. Poi Maria ha ripercorso i primi tempi con il bambino: “Come è giusto che sia c’è un periodo iniziale con alcuni incontri seguiti. Tu non sai cosa lui dirà. È come una specie di esame. Quindi c’è stata la paura di non piacere“.

Letture Consigliate