Marina Marcelletti, madre di Alex Baroni è morta: il ricordo di Giorgia



Marina Marcelletti, Alex Barone
Immagine da Pixabay

Marina Marcelletti, madre di Alex Baroni è morta per il Coronavirus: il ricordo sui social di Giorgia, della nipote Valeria Frasca e dell’altro figlio Guido

Marina Marcelletti, madre del cantante Alex Baroni, morto 18 anni fa a causa di un incidente, è venuta a mancare stroncata dal Coronavirus. Sui social diversi i post per ricordare la donna, che dopo la tragica scomparsa del figlio non si era mai arresa al dolore. Anzi, aveva iniziato a correre e a viaggiare molto, come ricorda la nipote Valeria Frasca.

Queste le parole della donna per descrivere la sua cara zia: “Aveva una treccia lunghissima ed era la donna più solare e positiva che io abbia mai conosciuto“. Poi ha aggiunto: “Finora solo numeri. Li leggi e forse l’istinto alla vita ti fa pensare che quella cosa non ti toccherà mai. Perse un figlio qualche anno fa, qualcuno di voi forse lo ricorderà. Faceva il cantante, il suo nome era Alex Baroni. Parlare del proprio dolore sui social è cosa complicata e discutibile, lo so. Ma per una volta infrango la regola. Se n’è andata una mia zia adoratissima. Si chiamava Marina e dopo quella tragedia per combattere il dolore si mise a correre, a correre chilometri, una ‘runner’ si direbbe oggi, e a viaggiare, viaggiare ovunque, sempre, sempre in movimento.”

“Marina ha preso il Coronavirus e stanotte ha raggiunto il suo Alex. Non ci saranno funerali, ma un pensiero immenso per lei, che possa correre anche lassù nel cielo. Ciao Marina immensa”

Così ha concluso il suo post Valeria Frasca.

Oltre a lei ha voluto ricordare l’anziana donna anche la cantante Giorgia, che fu compagna del figlio Alex prima dell’incidente. “Ciao Marina, voglio pensarti col tuo adorato figlio adesso, a ridere della follia della vita, che donna eccezionale sei stata”, queste le parole che hanno accompagnato la foto di un cuore spezzato.

Drammatiche anche le parole del figlio Guido: “Ciao Mamma…. ciao Marina. Hai combattuto, come tuo figlio proprio in questi giorni 18 anni fa. Come lui non ce l’hai fatta. Ora siete insieme. Per sempre. A noi rimane il ricordo di una persona straordinaria. Un punto di riferimento. Per me. Per molti. Pensatela. Pregate per lei. Restateacasa”.

Leggi anche