2 Maggio 2022 - 15:11

Masters 1000 Madrid: Sinner supera Paul ed il problema all’inguine

Buona la prima per Jannik Sinner al Masters 1000 di Madrid: il tennista azzurro supera Paul dopo 3 ore, nonostante un problema fisico

Roland garros Internazionali Sinner, Musetti, Masters 1000 Madrid

Esordio complicato ma vincente per Jannik Sinner al Masters 1000 di Madrid. Il tennista azzurro parte bene nel torneo spagnolo superando l’americano Tommy Paul in tre set con il punteggio di 6-7 7-6 6-3 dopo aver annullato 3 match point nel 2° set.

Al 2° turno per il 20enne altoatesino ci sarà l’australiano Alex De Minaur, uscito vincitore anch’egli in tre set contro il padrone di casa Martinez.

3MP annullati ed un grande carattere

L’avvio di Jannik Sinner sembra essere promettente contro Paul: nel primo parziale arriva il break dopo 6 giochi con l’azzurro che riesce anche ad allungare sul 5-2. Ma qui arriva una prima piega importante del match: nel momento cruciale, l’americano viene fuori riprendendosi il contro-break e riequilibrando il punteggio sul 5-5. Si arriva così al tiebreak e qui il 20enne italiano perde la bussola ed il set con il 7-4 finale in favore di Paul.

Il momento negativo però si prolunga anche ad inizio del secondo quando Sinner con un doppio fallo cede il servizio permettendo così al suo avversario di allungare subito sul 3-0. Quando sembra tutto finito, il numero 12 del Ranking tira fuori il carattere: annulla 2 match point nel nono game sul 3-5 ed ottiene il break che riapre il set con l’aggancio sul 5-5. Prima del secondo tiebreak, c’è una terza chance per Paul di chiudere il match ma Jannik riesce a tenere il servizio. L’inerzia così cambia nuovamente: lo scontro punto a punto sorride all’Italia con Sinner che chiude 7-4 con minibreak decisivo nel nono punto giocato sul servizio dell’americano.

Oltre il problema all’inguine

Si decide così tutto nel terzo set e la svolta del match arriva in due punti fondamentali. Prima Sinner accusa un problema all’inguine che lo costringe ad un breve stop ed un trattamento medico che ferma l’incontro per 10 minuti. Con una vistosa fasciatura alla coscia destra, Jannik stringe i denti e rientra in campo.

Qui però lo stop fa “male” a Tommy Paul: infatti, l’americano – da una situazione di 40-15 – commette diversi gravi errori non forzati e permette così all’altoatesino di prendersi un break ed allungare poi sul 4-1. A questo punto però il 24enne del New Jersey barcolla vistosamente ma riesce ad annullare altre due break che lo mantengono ancora in vita. Si arriva così di nuovo sulla situazione di 5-2 (come nel 1° e nel 2° set) ma questa volta Sinner rimane lucido e concentrando, riuscendo a chiudere il match con il 6-3 finale al prima palla utile, accedendo così al 2° turno.